I comaschi imbruttiti e la laurea in offesa dell'avversario: "show" di Gaddi in aula (video)

In una serata che ha visto l'approvazione del riequilibrio di bilancio (maggioranza a favore, Roberta Marzorati astenuta, minoranza contraria), il consiglio comunale di ieri sera è stato teatro soprattutto di un piccolo "show" personale del...

 

In una serata che ha visto l'approvazione del riequilibrio di bilancio (maggioranza a favore, Roberta Marzorati astenuta, minoranza contraria), il consiglio comunale di ieri sera è stato teatro soprattutto di un piccolo "show" personale del capogruppo di Forza Italia, Sergio Gaddi. Il quale, nel corso dei due interventi dela serata, ha dapprima rispolverato alcuni temi ormai classici della sua dialettica politica: l'avvenuta "distruzione" di Villa Olmo senza le sue grandi mostre; la "gioia per la sconfitta di Como capitale della Cultura" in aperta polemica contro i vertici della Fondazione Volta, Mauro Frangi e Salvatore Amura, e contro il programma presentato per la sfida; la "Como triste e cimiteriale sotto la cappa lugubre del centrosinistra, tanto da trasfigurare persino i volti dei suoi cittadini che sono diventati brutti".

Poi, però, tra risate e contestazioni alle sue parole, Gaddi - come si evince direttamente dal video in alto - ha teorizzato in aula la sua espressa volontà "di essere offensivo" nei confronti degli avversari politici, anche senza usare parolacce (ma al contempo senza escluderne l'impiego). "Ho studiato a lungo come fare, vorrei fare una tesi di laurea su questo argomento".

Potrebbe Interessarti

Torna su
QuiComo è in caricamento