I carabinieri chiudono l'Hotel Volta di Canzo: titolare arrestato per sfruttamento dei dipendenti

Un luogo di vacanza per i clienti, ma un lager per i dipendenti (tutti in nero)

"Creepy Hotel", letteralmente "albergo da brividi". Così è denominata l'operazione effettuata dai carabinieri di Asso e dei colleghi del nucleo Ispettorato del Lavoro di Como insieme agli uomini dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro. L'inchiesta ha portato alla chiusura dell'Hotel Volta di Canzo, situato in via Alessandro Volta e all'arresto del titolare Adriano Nuciforo. Pesanti le accuse contenute nella denuncia: intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro.

I carabinieri hanno scoperto che all'interno della struttura alberghiera lavoravano solo persone senza contratto a condizioni a dir poco di sfruttamento. Oltre ad essere senza contratto due delle nove persone che hanno lavorato nell'Hotel Volta sono risultate addirittura senza permesso di sggoriono.
Insomma, l'abergo di via Volta a Canzo era, in virtù delle seu 3 stelle, un bel luogo di vacanza per i clienti, ma una sorta di lager per chi ci lavorava. Non solo, oltre ai reati di sfruttamento del lavoro e di intermediazione illegittima i vigili del fuoco hanno riscontrato alcune irregolarità in materia di sicurezza. Basta dire che l'ultima revisione di uno degli estintori risale al 1999.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • A Como arriva Decathlon: ecco come sarà

  • Persona investita dal treno a Lugano Paradiso

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

  • Trono di spade: l'attrice che interpreta Arya Stark a Como

  • Pessime condizioni igieniche, la polizia chiude un locale di piazza San Rocco a Como: è la seconda volta

Torna su
QuiComo è in caricamento