Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Ha appiccato due incendi a Cucciago: arrestato piromane

Fine settimana movimentato per i pompieri e i carabinieri canturini. Sabato, nel tardo pomeriggio, un'autobotte dei vigili del fuoco di Cantù è stata impegnata per lungo tempo ad estinguere un incendio di natura dolosa che aveva interessato un'are...

Sfondano vetrina con un tombino ma i carabinieri li mettono in fuga

Fine settimana movimentato per i pompieri e i carabinieri canturini. Sabato, nel tardo pomeriggio, un'autobotte dei vigili del fuoco di Cantù è stata impegnata per lungo tempo ad estinguere un incendio di natura dolosa che aveva interessato un'are di oltre 600 mq di boscaglia e di vegetazione a Cucciago, nella zona verde adiacente a via Canova. Il grande caldo e l'erba secca non hanno reso semplice il lavoro dei Vigili, i quali solo dopo tre ore hanno estinto le fiamme ed i focolai. A distanza di pochi minuti da quando la squadra si è allontanata da quella zona è giunta, sempre da Cucciago, una nuova segnalazione d'incendio. Questa volta a prendere fuoco è stata l'area boschiva a ridosso della via del Pozzo e della via del Lavandee. Alle 22 circa, infatti, la stessa squadra dei vigili del fuoco di Cantù, supportati da una seconda squadra canturina, hanno dovuto estinguere le fiamme che erano state appiccate in più punti e che, se non domate, avrebbero travolto una cascina abitata e piena di fieno. Le due zone colpite dagli incendi sono, tra l'altro, abitate da numerosi nuclei famigliari, di cui molti ancora a casa nonostante il periodo vacanziero. Sul luogo dei due incendi sono giunti anche i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cantù, i quali, dopo attente ricerche, sono riusciti finalmente ad individuare il responsabile dei roghi. M.D., cucciaghese del '67, persona affetta da conclamati disturbi della persona e con un passato proprio di piromane, è stato trovato dai militari subito dopo aver appiccato l'ultimo incendio. I Carabinieri, infatti, sapendo del trascorso dell'uomo e delle sue problematiche, e visto che i roghi erano stati appiccati a poche decine di metri dalla casa dell'uomo, alla notizia del secondo incendio, dopo un pomeriggio trascorso con i pompieri che estinguevano le fiamme del primo, si sono diretti a casa dell'uomo. I militari hanno trovato il piromane ancora "con la pistola fumante": egli, infatti, trovato a casa nell'immediatezza dei fatti, aveva i vestiti particolarmente odorosi di fumo, le scarpe sporche di terra, con le mari nere di fuliggine ed impastate di resina di alberi. L''arresto è stato immediato. Dopo gli atti di rito, l'uomo è stato portato presso il carcere del Bassone, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria che gli contesterà l'incendio boschivo doloso (art. 423 bis C.P.). Tra l'altro, durante gli accertamenti i militari hanno verificato che proprio sabato pomeriggio l'uomo era stato dimesso dal Reparto Psichiatria dell'Ospedale di Cantù, dove era stato recentemente ricoverato per via dei disturbi di cui è affetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha appiccato due incendi a Cucciago: arrestato piromane

QuiComo è in caricamento