Sequestrati 300mila fuochi d'artificio tra Como e provincia

Il materiale esposto nei negozi tra accendini e prodotti infiammabili

L'operazione della Guardia di Finanza di Como che ha portato al sequestro di una tonnellata di giochi pirotecnici

I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Como hanno sequestrato più di una tonnellata di fuochi d’artificio - circa 300 mila pezzi, in attesa di essere venduti per festeggiare la notte di San Silvestro. La scoperta  è avvenuta grazie a una serie di controlli preventivi che hanno portato le Fiamme Gialle lariane a ispezionare 5 negozi tra Como, Villa Guardia, Castelmarte e Merone, gestiti da cittadini italiani e cinesi. In particolare i militari hanno potuto rilevare modalità di stoccaggio che non rispettavano le misure di sicurezza. Bisogna ricordare che si tratta di materiale esplosivo e che quindi avrebbe bisogno di essere conservato seguendo puntualmente le norme, invece, il materiale sequestrato dai Baschi Verdi era stato stoccato sugli scaffali dei negozi, dove i clienti passeggiavano ignari a decine, vicino a  prodotti altamente infiammabili, a stufette, accendini e quadri elettrici. Inoltre, i locali non avevano impianti antincendio adeguati o li avevano ma erano guasti.

Guarda il video

I fuochi d’artificio ritirati sono delle più svariate categorie: petardi, magnum zeus alba, mini ciccioli, bengala a pioggia, golden volcano, rambo 200, platinum, big flower, mitraglia tortuga, storm e golden fuji, tutti prodotti legalmente commerciabili ma che necessitano di misure particolari per essere stoccati e venduti.

Sei persone, due italiani e quattro cinesi, sono stati denunciati per “commercio abusivo di materiale esplodente” e “omissione colposa di cautele o difese contro disastri o infortuni sul lavoro”, questi i nomi tecnici dei reati, per i quali sono previste pene di più di un anno di reclusione e sanzioni per migliaia di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Guardia di Finanza di Como raccomanda ai consumatori “di porre la massima attenzione sulle condizioni di utilizzo e di stoccaggio degli articoli pirotecnici per evitare i gravi incidenti che ogni anno vedono purtroppo coinvolte centinaia di persone in tutta Italia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

  • Omicidio in piazza San Rocco a Como: ucciso don Roberto Malgesini

  • Lago di Como, Chiara Ferragni a Blevio con Fedez e la pizza clandestina

  • Chi era don Roberto Malgesini: un vero prete "di strada", in aiuto dei più deboli

  • Sagre e street food: un goloso fine settimana a pochi chilometri da Como

  • Lo ha ucciso con un coltello: chi è l'assassino di Don Roberto Malgesini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento