rotate-mobile
Cronaca Erba

Greta Spreafico la donna di Erba scomparsa nel nulla. Gli audio inquietanti: "Sono terrorizzata"

La 53enne si era rivolta a un investigatore privato. La procura indaga per sequestro di persona

Non si hanno notizie di Greta Spreafico dallo scorso 4 giugno. La 53enne di Erba è stata vista l'ultima volta a Porto Tolle, in provincia di Rovigo dove la famiglia aveva una casa di villeggiatura. Era la notte tra sabato 4 e domenica 5 giugno 2022, è stata vista uscire da un bar del paese e da lì il nulla. La procura di Rovigo ora indaga per sequestro di persona. Sembrerebbe che la donna abbia chiesto aiuto mesi prima della scomparsa a un investigatore privato, Ezio Denti. Durante la trasmissione “Iceberg Lombardia”, condotta da Marco Oliva e andata in oda il 1° dicembre 2022 sono emersi dei dettagli inquietanti e sono stati divulgati alcuni messaggi mandati dalla Spreafico all'investigatore. Messaggi dove la 53enne diceva di sentirsi in pericolo e che quelcuno voleva farle del male. 

I messaggi di Greta Spreafico: "Qualcosa di grave mi gira intorno"

“Mi rendo conto che sono molto agitata, sono sicura che c'è qualcosa di grave che mi gira intorno e non ne ho la minima idea. Io sono una persona molto pulita e trasparente, le voglio sottolineare che quello che interessa a me è capire perché qualcuno vuole farmi del male. Io voglio una vita serena, forse ho pestato i piedi a qualcuno.

Voglio solo vivere, io sono terrorizzata a morte. Io non so se sono in grado di sopportare emotivamente questa cosa. Perché io ho paura e ne ho ben diritto. Adesso ero così felice che ho trovato un compagno, una persona splendida e se non ci fosse stato lui io oggi non sarei più qui. Confesso che sono estremamente impaurita e le ripeto che il motivo per cui l'ho cercata non è un movente economico. Io voglio solo avere una serenità di non avere più alcun dubbio che qualcuno voglia farmi del male. Io non ce la faccio più. Il fatto di essermi rivolta a lei è semplicemente perché so che non c'erano altre strade se non che qualcun altro mi facesse del male. Io ho paura, mi creda ho paura”.

 La telefonata all'investigatore privato 

“Greta Spreafico mi chiamò il 13 aprile scorso per conferirmi un incarico come investigatore – ha dichiarato Ezio Dentidurante la trasmissione - mi chiese di vederci la sera stessa e mi invitò in un bar di Erba. Mi disse che voleva che io rivolgessi la mia attività di investigatore verso certi soggetti dei quali mi disse di avere timore. Aveva timore che qualcuno le facesse del male, che qualcuno l'avesse drogata in passato. Temeva per la sua vita. Greta mi aveva indicato delle persone. Mi diceva che dava fastidio, che era stata accusata di alcune operazioni che aveva fatto, non era ben vista a tal punto da trasferirsi a vivere dal suo compagno. Non mi ha mai parlato della vendita della casa a Porto Tolle, mi disse solo che la casa materna dove vive la mamma era la casa che lei aveva ereditato e che la mamma ne usufruiva. Per questo motivo sono stato convocato in Procura dove ho consegnato un report dell'attività svolta e ho rilasciato le mie dichiarazioni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Greta Spreafico la donna di Erba scomparsa nel nulla. Gli audio inquietanti: "Sono terrorizzata"

QuiComo è in caricamento