Cronaca

Grandate, violentata e rapinata mentre andava al Carnevale

Rapinati entrambi, lei violentata. La serata drammatica si è svolta lo scorso 8 febbraio tra Como e Grandate. Due amici di quarant'anni, uomo e donna di Varese, erano giunti in serata a Como in pullman per prendere il treno diretto in Svizzera...

violentata-grandate

Rapinati entrambi, lei violentata. La serata drammatica si è svolta lo scorso 8 febbraio tra Como e Grandate. Due amici di quarant'anni, uomo e donna di Varese, erano giunti in serata a Como in pullman per prendere il treno diretto in Svizzera. Stavano andando a festeggiare il carnevale a Bellinzona. Lui italiano, lei brasiliana, si sono fermati in un bar per bere qualcosa e iniziare in anticipo i festeggiamenti L'uomo, però, si è ubriacato e ha cominciato a sentirsi male e, così, hanno perso la coincidenza per Bellinzona. Un algerino presente nel locale si è offerto di accompagnarli a Bellinzona visto che l'ultimo treno per la Svizzera era già partito. L'algerino, 31 anni, si è fatto accompagnare dall'uomo a prendere la macchina con la scusa di fargli fare due passi per smaltire la sbronza. La donna ha atteso che i due ritornassero. Passata un'ora è ritornato solo l'algerino a bordo di una Toyota e ha raccontato alla donna che il suo amico si era fermato in un giardino per vomitare e che stava male. La donna è salita sull'auto e ha provato a telefonare all'amico, ma il telefonino è squillato nella giacca dell'algerino.

La donna ha capito subito che si trovava in una situazione assai pericolosa. Infatti, l'algerino ha guidato fino a a una zona boschiva di Grandate e minacciando e percuotendo la donna l'ha costretta ad avere un rapporto sessuale. Poi l'ha rapinata della borsa e del telefono cellulare e l'ha abbandonata vicino alla zona industriale di Grandate. La donna è riuscita a raggiungere un'azienda e chiedere aiuto a una guardia giurata che ha chiamato i soccorsi. Sul posto sono intervenuti subito i carabinieri di Fino Mornasco. La donna è stata trasportata in ospedale. Era preoccupata per la scomparsa dell'amico il quale, però, è risultato essere stato soccorso da un'ambulanza per intossicazione etilica e ricoverato all'ospedale Valduce di Como. La donna è stata ricoverata all'ospedale Sant'Anna di San Fermo dove è stata confermata l'avvenuta violenza sessuale.

I due cittadini di Varese, quindi, hanno sporto formale denuncia per rapina e la donna per violenza sessuale. I militari di Fino Mornasco si sono immediatamente messi alla ricerca dell'algerino e dopo due giorni di appostamenti, concentrati soprattutto nella zona ferroviaria di Como, i militari hanno trovato, lunedì notte, l'algerino a Como, nel parco pubblico di piazza San Gottardo. Fermato quale indiziato di delitto e tradotto al carcere di Como, al violentatore è stato oggi convalidato lo stato di fermo e tuttora permane nelle patrie galere in attesa di giudizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grandate, violentata e rapinata mentre andava al Carnevale

QuiComo è in caricamento