Gerosa elogia i lavori alla scuola di via Sinigaglia. Si scatena la polemica

Mai esporsi troppo a celebrare i risultati non compiuti fino in fondo, l'effetto boomerang è dietro l'angolo. Sembra confermare questo antico assunto la vicenda svoltasi tutta via social network tra ieri e oggi. Protagonisti, un assessore, altri...

Gerosa elogia i lavori alla scuola di via Sinigaglia. Si scatena la polemica

Mai esporsi troppo a celebrare i risultati non compiuti fino in fondo, l'effetto boomerang è dietro l'angolo. Sembra confermare questo antico assunto la vicenda svoltasi tutta via social network tra ieri e oggi. Protagonisti, un assessore, altri due amministratori comunali e una cittadina. A dare il là a tutto è stata Daniela Gerosa, assessore alle Opera pubbliche, con questo messaggio pubblicato su Twitter: "Avete visto la scuola di via Sinigaglia dopo la prima cura di bellezza? @ComuneComo #scuole ancora tanto da fare!". Il riferimento è all'avanzare del cantiere da 124mila euro per la riqualificazione della facciata, ora in effetti molto migliorata.

scuola-sinigaglia-comoQuesto primo esito della "cura di bellezza", diffuso anche su Facebook dal sindaco Mario Lucini, non è piaciuto affatto a una cittadina eventualmente molto vicina alla vita quotidiana della scuola di via Sinigaglia. La quale, infatti, condividendo il tweet di Daniela Gerosa a sua volta rilanciato dal primo cittadino, e sbottando con un ironico "certo che l'abbiamo vista", reclama che a parte l'ingresso, tutto il resto sarebbe in condizioni paurose, quasi ad apparire come "un edificio abbandonato" tra tapparelle rotte, "giardino inguardabile", spogliatoi della palestra ormai ridotti a "deposito abbandonato" e servizi igienici spesso a mezzo servizio. Curioso notare, peraltro, che il messaggio ha trovato il "mi piace" della consigliera comunale Eva Cariboni (Amo la mia città) ed è stato commentato dal consigliere comunale Alessandro Rapinese (Adesso Como) in toni sarcastico-velenosi ("Non potevate, invece che buttare soldi nel riqualificare piazze che andavano benissimo così e rendevano pure soldi, tanti, compromettendo tra l'altro l'esistenza di svariate attività commerciali, dedicare più soldi alle scuole?").

Insomma, almeno fino a qui, un discreto effetto boomerang per l'assessore. La quale, però, poi ha risposto senza toni polemici e spiegando la situazione specifica di via Sinigaglia: "Impossibile non accorgersi della situazione della primaria di via Sinigaglia che, come altre, da troppi anni attendeva interventi necessari. Per questo nel 2012 e 2013 abbiamo incontrato più volte genitori docenti e dirigente per mettere a punto un programma di intervento. Abbiamo stabilito che la priorità fosse sostituire i pannelli di facciata, compresi tende e serramenti. Per questo l'amministrazione ha stanziato quasi 800mila euro in tre anni. L'intervento é iniziato l'estate scorsa e proseguirà fino al 2016". In chiusura, ecco anche l'aggiunta circa il fatto che "nel 2014 é partito il piano #scuolasicura del governo. Abbiamo candidato subito questo plesso, che necessiterebbe di interventi per compessivi 4 milioni. La proposta per ora non é stata accolta. Continueremo con le nostre forze, e con la preziosa collaborazione di docenti e genitori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona arancione da lunedì 11 gennaio: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Parla Sarah la (ex) fidanzata comasca di Genovese: "Non faccio più uso di droghe"

Torna su
QuiComo è in caricamento