Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Garofani e discorsi: il consiglio comunale ha ricordato Sapere. Bordoli: "A lui l'Abbondino"

Garofani, ricordi e tanta commozione per Vincenzo Sapere, questa sera, in consiglio comunale a Como. L'aula ha infatti ricordato lo storico consigliere comunale, mancato giovedì scorso a 77 anni. Il grosso vaso di garofani - in omaggio alla...

Garofani, ricordi e tanta commozione per Vincenzo Sapere, questa sera, in consiglio comunale a Como. L'aula ha infatti ricordato lo storico consigliere comunale, mancato giovedì scorso a 77 anni. Il grosso vaso di garofani - in omaggio alla storia socialista di Sapere - è stato inviato dall'amico fraterno, Donato Bottone e recava anche la scritta "Non ti dimenticherò mai. Il tuo amico, Donato".

Il presidente del consiglio comunale, Stefano Legnani, ne ha sottolineato "l'amore per la città, il rispetto per l'avversario e le istituzioni, l'ottimismo e lo spirito di lotta che ha sempre mantenuto anche nelle circostanze più difficili". L'amico e compagno di lista, Luigino Nessi, ha formalmente fatto alla giunta la proposta di "intitolare il Centro anziani di Sagnino a Vincenzo" e poi ha letto il ricordo di Renzo Pigni, sindaco di Como tra il 1992 e il 1993, che ebbe proprio Sapere nella sua giunta. In tema di riconoscimenti formali, la consigliera di Ncd, Laura Bordoli, ha anche avanzato la proposta di concedere l'Abbondino d'Oro in via eccezionale al consigliere scomparso.

Dai banchi dell'opposizione sono arrivate belle parole in ricordo di Vincenzo Sapere anche da Francesco Scopelliti (Ncd) e Sergio Gaddi (Forza Italia). Scopelliti ha sottolineato come "nel 1994, quando eravamo nella stessa commissione consiliare, mi insegnò moltissimo, e da lui si continuava ad imparare ancora oggi". Il capogruppo di di Forza Italia, Sergio Gaddi, non ha esitato a definire "Vincenzo un simbolo di questa istituzione, un simbolo del consiglio comunale; giusto rendergli onore, è nel ristretto novero delle persone che lo merita senza alcun dubbio".

L'aula ha poi osservato un minuto di silenzio.
Si parla di

Video popolari

Garofani e discorsi: il consiglio comunale ha ricordato Sapere. Bordoli: "A lui l'Abbondino"

QuiComo è in caricamento