Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cucciago, al funerale di Francesco Paganoni scout da tutta Italia

La parrocchia dei Santi Gervaso e Protaso di Cucciago non è riuscita ad accogliere tutti coloro che stamattina hanno voluto dare l’ultimo saluto a Francesco Paganoni, il giovane scout di 23 anni morto accidentalmente nella frazione di Valle...

La parrocchia dei Santi Gervaso e Protaso di Cucciago non è riuscita ad accogliere tutti coloro che stamattina hanno voluto dare l’ultimo saluto a Francesco Paganoni, il giovane scout di 23 anni morto accidentalmente nella frazione di Valle Dorizzo, in provincia di Brescia. Un addio commosso, quello dei cittadini di Cucciago e degli scout dell’Agesci di Cantù e di altre parti d'Italia. Inconsolabile il dolore dei familiari. Alle 10 il feretro è arrivato presso la Chiesa già gremita. Un posto a lui noto fin da bambino, come sottolineato durante l’omelia da don Validio Fracasso, Parroco di Cucciago, che l’ha conosciuto e ne ha ricordato i momenti di vita cristiana.

A ricordare Francesco sono stati anche gli amici del gruppo scout di Cantù. I capi scout, infatti, al termine della funzione religiosa hanno voluto salutare a modo loro l’amico deceduto, esprimendo tutta l’amarezza per una vita interrotta troppo presto a causa di una tragica fatalità. E che sia stata una fatalità lo dimostra il fatto che sul corpo del giovane non è stata disposta autopsia da parte del magistrato di turno di Brescia, poiché la dinamica dell’incidente è apparsa da subito chiara: Francesco, forse a causa del terreno fangoso, è scivolato accidentalmente nel rio Sanguinera mentre stava preparando dei giochi per ragazzi più piccoli che l’accompagnavano in gita. Probabilmente è morto sul colpo. Quando gli altri amici sono andati a cercarlo, era già riverso nel fiume privo di vita. Resta adesso una città ancora incredula, forse ancora sotto choc, una famiglia il cui dolore è inimmaginabile.

Irene Savasta

Si parla di

Video popolari

Cucciago, al funerale di Francesco Paganoni scout da tutta Italia

QuiComo è in caricamento