Cronaca

Frangi: "Confcooperative contro ogni illegalità. Domus Caritatis a Prestino? Così vinse l'appalto"

Il presidente di Confcooperative Como, Mauro Frangi, interviene sul delicatissimo caso dell'appalto per la gestione del centro profughi di Prestino vinto dalla cooperativa "Domus Caritatis", i cui vertici sono al centro dell'inchiesta romana nota...

Stop alle false cooperative. Al via a Como la raccolta firme per la legge popolare

Il presidente di Confcooperative Como, Mauro Frangi, interviene sul delicatissimo caso dell'appalto per la gestione del centro profughi di Prestino vinto dalla cooperativa "Domus Caritatis", i cui vertici sono al centro dell'inchiesta romana nota come "Mafia Capitale". Un tema rovente, sul quale proprio stamattina sono intervenuti il parlamentare della Lega Nord, Nicola Molteni, che ha chiesto la revoca dell'appalto e il commissariamento, e il consigliere comunale di Fratelli d'Italia, Marco Butti, che dallo scorso autunno si occupa direttamente del caso (qui l'articolo). E siccome la Domus Caritatis, oltre ad aver vinto l'appalto comunale per Prestino è anche iscritta a Confcooperative (sebbene a Roma) e vinse la concorrenza di un'altra cooperativa ma questa volta comasca, Frangi tiene a puntualizzare alcuni aspetti.

"Innanzitutto devo fare una premessa - dice il presidente di Confcooperative Como - Nicola Molteni sbaglia, e lo fa peraltro in buona compagnia, quando continua a distinguere cooperative bianche (come il deputato ha definito la Domus, ndr), rosse o verdi. Esistono soltanto quelle buone e serie e quelle false che fanno le cose sbagliate. Non esistono altre definizioni o sfumature". Poi, il discorso va diritto al caso Prestino. "Domus Caritatis aderisce effettivamente a Confcooperative a Roma - dice Frangi - I personaggi coinvolti nell'inchiesta romana da novembre non hanno più alcuna responsabilità nella cooperativa stessa, e anche a livello associativo sono stati sospesi. La linea che noi seguiamo in questi casi è di assoluto rigore, nel senso che la cooperativa interessata dalle vicende giudiziarie viene sospesa dall'associazione finché non prova di aver cambiato la governance e i responsabili che si sono visti addebitare le accuse dai magistrati, pur tenendo presente che fino a sentenza definitiva vale la presunzione di innocenza. Anche perché bisogna sempre tenere presente che nelle cooperative, anche in quelle al centro delle inchieste, lavorano centinaia o migliaia di persone senza alcuna colpa e che rischiano di perdere il lavoro per fatti lontanissimi dal loro operato quotidiano".

immigrati-prestinoPoi si arriva al caso specifico del centro profughi di Prestino. "L'appalto di Prestino lo conosciamo - racconta Frangi - Domus Caritatis ha vinto contro una cooperativa comasca che gestiva quel servizio da molti anni. L'appalto comunale prevedeva l'assegnazione del servizio sulla base dell'offerta economicamente più vantaggiosa e non con il massimo ribasso che è il sistema peggiore. Il progetto complessivo pesava il 70% per l'assegnazione, mentre l'offerta economica pesava il 30% restante. Anche se l'offerta economica della nostra cooperativa era migliore di quella della Domus Caritatis, l'appalto venne aggiudicato a loro perché il progetto venne giudicato migliore". In proposito. stamane Nicola Molteni ha chiesto, come detto, che quell'appalto venga revocato e per la gestione del centro profughi venga nominato un commissario esterno.

"A oggi, però - dice Frangi - noi non abbiamo elementi che facciano dubitare della regolarità di quella gara anche se una considerazione generale mi sento di farla, valida anche per questo caso. In questo genere di servizi probabilmente una maggiore attenzione alle realtà locali premia sempre, perché magari il progetto di Domus Caritatis era eccellente ma alla fine la verifica arriva soltanto dopo, sul campo. Spesso sono i meccanismi stessi delle gare a introdurre distorsioni, perché un conto è una gara per la fornitura di bulloni ma se parliamo di accoglienza e assistenza dei profughi le cose sono diverse. Questo, ripeto, senza concedere nessuno sconto sul tema della legalità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frangi: "Confcooperative contro ogni illegalità. Domus Caritatis a Prestino? Così vinse l'appalto"

QuiComo è in caricamento