Cronaca

Francesco Princigalli, il cacciatore morto a Bosisio: si è sparato per errore

Francesco Princigalli, il cacciatore morto a Bosio Parini l'altra mattina in una zona boschiva di via Caneve, si sarebbe sparato da solo per errore. Avrebbe impugnato il fucile dalla canna per scacciare due cani di grossa taglia che stavano...

Francesco Princigalli, il cacciatore morto a Bosio Parini l'altra mattina in una zona boschiva di via Caneve, si sarebbe sparato da solo per errore. Avrebbe impugnato il fucile dalla canna per scacciare due cani di grossa taglia che stavano aggredondo lui e i suoi cani da caccia. Purtroppo è partito un colpo accidantalmente che lo ha colpito in modo letale. L'amico di Princigalli ha tentato di intervenire per aiutarlo ed è riuscito ad uccidere uno dei due grossi cani e a ferire l'altro (che è stato poi abbattuto). Purtroppo per Princigalli, 53 anni, non c'è stato nulla da fare. la dinamica sembra essere ormai del tutto chiarita dai carabinieri: i due cani che hanno aggredito Princigalli e suoi setter sarebbero fuggiti da una recinzione del giardino di una villa della zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francesco Princigalli, il cacciatore morto a Bosisio: si è sparato per errore

QuiComo è in caricamento