Frana in via Torno a Como: case isolate

In via Torno a Como un piccole torrente che passa sopra la galleria al confine con Blevio ieri pomeriggio ha riversato tonnellate di fango, sassi e detriti a ridosso di una proprietà privata in cui abitano una decina di famiglie. Questa mattina il...

In via Torno a Como un piccole torrente che passa sopra la galleria al confine con Blevio ieri pomeriggio ha riversato tonnellate di fango, sassi e detriti a ridosso di una proprietà privata in cui abitano una decina di famiglie. Questa mattina il sindaco di Como Mario Lucini ha effettuato insieme all'assessore ai Lavori pubblici, Reti e Strade, Daniela Gerosa, un sopralluogo per rendersi conto della situazione. Non ci sono state né vittime né feriti. Le case sono state solo sfiorate dalla valanga di fango, ma sono rimaste isolate poiché la strada privata è stata letteralmente sommersa e danneggiata in più punti. Oggi una ditta specializzata sta intervenendo per sgomberare la stradina e consentire ai residenti del complesso residenziale di potere accedere e uscire dalla proprietà. E' presto per il bilancio dei danni, soprattutto per quanto riguarda lo smottamento di via Torno per il quale bisognerà appurare le responsabilità (poiché in quel punto sono stati eseguiti a suo tempo alcuni lavori da parte dell'Anas). Il sindaco Lucini afferma che la città ha risposto bene all'emergenza: "Si è trattato di un evento eccezionale. In un'ora sono caduti 74 millimetri di acqua, cioè più del massimo previsto per le piene con un ritorno centennale, che è fissato a 70 millimetri. Posso dire che, vista l'eccezionalità dell'evento, la città ha risposto bene. Grazie all'allerta meteo dei giorni scorsi erano state eseguite operazioni di pulizia dei chiusini e dei canali di scolo, anche se purtroppo la grandine ha causato in molti punti l'ostruzione delle vie di scolo dell'acqua".

In via Niguarda, via Zezio e via Bellinzona alcune automobili sono finite con una ruota nei tombini poiché il coperchio di ghisa era saltato a causa della pressione dell'acqua. Disagi anche a Villa Olmo dove per si è temuto per l'incolumità delle opere d'arte della grande mostra. L'acqua, però, non ha toccato nessuna delle opere, ma il personale è dovuto intervenire per spostarne alcune prima che fossero bagnate.

Si parla di

Video popolari

Frana in via Torno a Como: case isolate

QuiComo è in caricamento