menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Forza Italia, Fermi "grazia" la consigliera Sassi. Ma avvisa: "Basta anarchia nel partito"

Forza Italia, Fermi "grazia" la consigliera Sassi. Ma avvisa: "Basta anarchia nel partito"

Forza Italia, la newsletter al pepe: "Bastoni tra le ruote e sabotaggi contro Maria Grazia Sassi"

Bizzarrie del mondo Forza Italia. Giusto ieri si è dato conto della lunghissima lettera con cui il coordinatore provinciale del partito e sottosegretario in Regione, Alessandro Fermi, ha respinto la volontà della grande maggioranza del...

Bizzarrie del mondo Forza Italia. Giusto ieri si è dato conto della lunghissima lettera con cui il coordinatore provinciale del partito e sottosegretario in Regione, Alessandro Fermi, ha respinto la volontà della grande maggioranza del coordinamento territoriale azzurro di "cacciare" la consigliera provinciale Maria Grazia Sassi. Dopo un sondaggio condotto tra i dirigenti di Forza Italia attraverso una durissima lettera inviata loro da Vincenzo Sofia e condivisa dallo stesso Fermi, il coordinatore provinciale ha deciso autonomamente di dare un'altra chance a Maria Grazia Sassi e, nel contempo, ha voluto lanciare un segnale generale alle truppe comasche con un messaggio chiaro: "Basta personalismi e anarchia, ora regole ferree per tutti".

Lo scontro con la consigliera provinciale - soprattutto con alcuni colleghi di banco - originava dal suo lavoro per il nuovo statuto di Villa Saporiti in qualità di presidente della Commissione specifica. L'accusa di parte dei forzisti era che la Sassi avesse lavorato più nell'interesse della presidente della Provincia, Maria Rita Livio (Pd), più che in sintonia con gli altri consiglieri azzurri. Ebbene, a poche ore dal tentativo di pacificazione di Fermi - e con la base che, al contrario, sembra ancora piuttosto irrequieta sul punto - ecco che nelle caselle e-mail di molti amministratori arriva la newsletter (non ufficiale) "Azzurro Como - News e commenti della nostra provincia". Il referente per la pagina informatica è Matteo Consonni, uomo ritenuto molto vicino proprio alla consigliera Maria Grazia Sassi. Vero o no, nel numero di "Azzurro Como" - testata comunque non ufficiale di Forza Italia - si leggono parole tutt'altro che concilianti verso i dirigenti del partito che avevano dichiarato guerra alla consigliera. Dopo un articolo che contesta pesantemente la riforma sanitaria in discussione in Regione, ne viene un secondo che dà conto della partecipazione di Maria Grazia Sassi in qualità di relatore al convegno nazionale degli amministratori del partito ("invitata da Giovanni Toti e da Alessandro Cattaneo" con "intervento conclusivo di Silvio Berlusconi").

Il testo è però pepatissimo, una sorta di martellata sui piedi all'ala di Forza Italia che vorrebbe l'espulsione della Sassi e che ora, invece, ha dovuto "digerire" i tentativo di pacificazione di Fermi.

"Succede anche questo - si legge nell'articolo in questione - Mentre a Como alcuni esponenti di F.I. mettono i bastoni fra le ruote, cercando senza esito di sabotare il nuovo Statuto della Provincia, di cui Maria Grazia Sassi è stata tra gli artefici, come Presidente della speciale Commissione del Consiglio Provinciale, alcuni importanti dirigenti nazionali di F.I. la invitano a riunioni e convegni nazionali addirittura come relatore". Insomma, tra bastoni nelle ruote e sabotaggi, non propriamente toni concilianti.

Con elogi a profusione subito dopo:"Proprio nei giorni scorsi, la consigliera comasca Maria Grazia Sassi è stata chiamata come relatrice nell'importante convegno nazionale di amministratori locali convocato ad Ameglia da Giovanni Toti, consigliere politico del Presidente Silvio Berlusconi e neo Presidente della Regione Liguria, e dall'ex sindaco di Pavia, Alessandro Cattaneo, membro dell'Ufficio di Presidenza nazionale di F.I. e stretto collaboratore del Presidente Berlusconi. Un convegno importante, come dimostra l'intervento del Presidente Berlusconi (ascolta intervento), e l'eco che ha poi avuto sui media nazionali (TG5 e principali testate). Una partecipazione, quello della consigliera Sassi, che conferma la fiducia da parte di autorevoli esponenti nazionali di Forza Italia in una delle esponenti della prima ora del partito azzurro comasco".

Come a dire: tra Maria Grazia Sassi e il resto dei forzisti comaschi, Berlusconi e i vertici stanno con la prima.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

social

Lago di Como, cinque trattorie all'aperto con vista mozzafiato

social

I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento