Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Fondazione Volta, dietrofront dopo il caso Amura: "Stop nomina diretta, bando per il direttore"

Non erano propriamente dei visionari inutilmente polemici, insomma, tutti coloro - noi inclusi - che esattamente un anno fa si schierarono contro la nomina ad personam e senza alcuna procedura di selezione pubblica del primo direttore della...

Cultura, Amura replica a Gaddi. Offendendo lui (e noi)

Non erano propriamente dei visionari inutilmente polemici, insomma, tutti coloro - noi inclusi - che esattamente un anno fa si schierarono contro la nomina ad personam e senza alcuna procedura di selezione pubblica del primo direttore della Fondazione Volta, ente a partecipazione di soci anche pubblici. Como noto, con un compenso di circa 60mila euro sul biennio, l'incarico venne assegnato al presidente dell'Accademia Aldo Galli, Salvatore Amura che resterà in sella fino al 31 dicembre prossimo. Subito dopo, peraltro, potrà anche tornare ovviamente a rivestire identico incarico ma al termine delle selezione legata a un bando pubblico di prossima emanazione dalla stessa Fondazione.

Butti Marco-6feb16La svolta - totalmente bipartisan - su questo punto si è avuta giovedì notte in consiglio comunale al momento di votare un ordine del giorno presentato dal consigliere comunale Marco Butti ma poi votato all'unanimità da tutta l'assemblea. Semplice il contenuto del documento poi approvato con 24 voti su 24: dire stop alla nomina diretta della Fondazione Volta per affidarsi a una procedura ad evidenza pubblica. E mentre Butti ha dapprima citato la relazione del rappresentate comunale in seno alla Fondazione, Benedetta Re, nella quale si ribadiva la contrarietà per la nomina diretta del 2015 e si sottolineava come ai tempi fossero anche state chieste le dimissioni di Salvatore Amura da presidente dell'Accademia Galli, ancora più stringente è stato il discorso di Luigino Nessi (Paco Sel). Il consigliere di maggioranza, infatti, ha detto che "senza dubbio serve un bando per la scelta del direttore della Fondazione e secondo noi la figura individuata dovrebbe anche dedicarsi questa unica attività lavorativa, visto quanto è importante e strategico il ruolo; comunque come Paco Sel stiamo pensando di presentare una delibera di indirizzo per la Fondazione Volta e per i rappresentanti del Comune al suo interno".

silvia-magniIn ultimo, il vicesindaco Silvia Magni ha ribadito che "il parere della giunta sull'odg del consigliere Butti e positivo perché in realtà rafforza una linea già stabilita dall'amministrazione. Infatti abbiamo già dato al presidente Mauro Frangi l'indicazione per la preparazione di un bando pubblico per scegliere il prossimo direttore, cosa che ci è stato assicurato accadrà entro il mese di giugno così da avere i tempi necessari per individuare con calma la figura più idonea al ruolo".

Cliccando qui potete consultare la relazione di Benedetta Re, rappresentante del Comune nella Fondazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Volta, dietrofront dopo il caso Amura: "Stop nomina diretta, bando per il direttore"

QuiComo è in caricamento