Cronaca

Flowlink di Senna Comasco, dichiarato il fallimento

Il fallimento della Flowlink di Senna Comasco è stato dichiarato quest'oggi, martedì 19 ottobre. «Il giudice - ha spiegato Ettore Onano (Fiom Cgil) - in udienza ha chiesto ai proprietari se ci fossero le condizioni per trovare altre soluzioni. Ma...

Il fallimento della Flowlink di Senna Comasco è stato dichiarato quest'oggi, martedì 19 ottobre. «Il giudice - ha spiegato Ettore Onano (Fiom Cgil) - in udienza ha chiesto ai proprietari se ci fossero le condizioni per trovare altre soluzioni. Ma così non è stato, quindi è stato dichiarato il fallimento. Questa situazione poteva essere evitata, il drammatico impoverimento dei lavoratori poteva infatti essere evitato se l'azienda avesse avuto una maggiore lungimiranza e capacità imprenditoriale. Ma il problema intanto per i lavoratori non è finito: adesso dovrà infatti essere nominato il curatore fallimentare che poi dovrà decidere se concedere la cassa integrazione straordinaria e la mobilità».

Ad ogni modo, restano non pagati sei stipendi arretrati e l'Inps erogherà comunque l'eventuale cassa dopo alcuni mesi a partire dalla concessione di questo ammortizzatore.

Amareggiati, quindi, ancora di più, gli ex dipendenti. «Siamo stati "gabbati" fino alla fine - dichiara Salvatore Cirillo a nome di tutti i lavoratori coinvolti - , crudelmente ci hanno tenuto in agonia fino ad ora, nonostante sapessero già quale sarebbe stata la conclusione della vicenda. Oltre al danno economico, la beffa: avrebbero potuto dichiarare il fallimento molto tempo prima».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Flowlink di Senna Comasco, dichiarato il fallimento

QuiComo è in caricamento