Florijana Ismaili annegata nel lago di Como per una congestione

La calciatrice svizzera morta per "asfissia acuta": i risultati dell'autopsia

Florijana Ismaili (foto da Facebook)

E' stata un'"asfissia acuta" provocata molto probabilmente da una congestione a uccidere Florijana Ismaili, 24 anni, la calciatrice dello Young Boys e della Nazionale svizzera annegata sabato 29 giugno 2019 nel lago di Como a Musso. Secondo quanto riportato dall'Ansa, è quanto emerge dall'autopsia effettuata a Como e disposta dalla Procura.
Il corpo della ragazza è stato ritrovato dai sommozzatori dopo tre giorni di ricerche martedì 2 luglio a 204 metri di profondità nello specchio di lago antistante Musso, dove si era tuffata da una barca senza più riemergere. Le ricerche sono state effettuate con l'ausilio di uno speciale robot che ha permesso di scandagliare il fondale fino a profondità elevate, individuando il corpo.
L'anatomo-patologo ha rinvenuto tracce di cibo nello stomaco dell'atleta, fatto che rende plausibile l'ipotesi della congestione. Effettuato l'esame, la Procura ha rilasciato il nulla osta per l'espatrio della salma. 
Grande il cordoglio nel mondo del calcio elvetico: nei giorni scorsi la società dello Young Boys aveva ricordato l'atleta con un commovente video pubblicato su youtube.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Giovanni, senzatetto orgoglioso

  • Tragedia sui monti di Sorico: cacciatore morto per prendere un cervo

  • Como, picchia la moglie in centro: il video dell'arresto

  • Incidente a Mariano Comense: morto un motocilista di 53 anni

  • Como, la celebrazione dell'impresa di Fiume scatena le polemiche

  • Tremezzina, furbetti della casa vacanza sul lago: denunciati 2 francesi

Torna su
QuiComo è in caricamento