Cronaca

Finalmente 1.400 posti auto torneranno ai comaschi

Ben 1.400 posti auto, finora usati da privati ma in realtà di proprietà pubblica, torneranno ai comaschi. E' stata approvata in consiglio comunale (33 votanti, 22 favorevoli, 1 contrario, 10 astenuti) la mozione proposta dal consigliere del PD...

Ben 1.400 posti auto, finora usati da privati ma in realtà di proprietà pubblica, torneranno ai comaschi. E' stata approvata in consiglio comunale (33 votanti, 22 favorevoli, 1 contrario, 10 astenuti) la mozione proposta dal consigliere del PD Vittorio Mottola per l'acquisizione da parte del Comune di aree previste in convenzione nei piani attuativi fin qui accolti. La mozione impegna il sindaco a procedere all'acquisizione del patrimonio comunale delle aree previste in cessione nelle convenzioni e a garantirne la fruibilità ai cittadini.

La mozione - Tale mozione mira ad intervenire sulle situazioni di abuso nelle quali risulta inibito l'uso pubblico di tali aree in cessione e a fare installare idonea segnaletica che indichi la natura pubblica dei parcheggi o delle aree verdi previste appunto ad uso pubblico nelle convenzioni. Il documento è stato emendato integrativamente dagli stessi proponenti (31 votanti, 23 favorevoli, 8 astenuti) che hanno chiesto di predisporre una mappa recante aree verdi e parcheggi, che consenta immediata chiarezza sull'entità e l'ubicazione del patrimonio pubblico.

Maggioranza spaccata - Nel corso della seduta di ieri sera è stata approvata dal Consiglio (25 votanti, 19 favorevoli, 2 contrari, 4 astenuti) anche la mozione urgente proposta dalle minoranze (e votata per punti) concernente alcune problematiche afferenti la sede comasca dell'Università degli Studi dell'Insubria. La maggioranza si è spaccata sul voto di uno dei punti in cui era statasuddivisa la mozione e alla fine l'opposizione ha avuto la meglio e la ozione è stata approvata integralmente così come presentata da Luca Gaffuri (Pd). La mozione impegna il sindaco e la giunta comunale ad operare al fine di ribadire nelle sedi opportune l'interesse prioritario che le attività di ricerca e di formazione rappresentano per la città di Como. Si chiede di approdare alla stipula di un accordo di Programma tra l'Università e il Comune col quale vengano definite le prospettive di sviluppo dell'ateneo e venga valutata l'ipotesi di realizzazione di un Campus universitario nell'area dell'ex Ospedale Psichiatrico Provinciale. Si chiede altresì venga periodicamente informato il consiglio comunale sui risultati raggiunti e sulle eventuali problematiche emergenti.

La prossima seduta - Il consiglio comunale tornerà a riunirsi giovedì 8 luglio alle 20.15. All'esame dell'assemblea figurano nuove mozioni, tra cui quella di sfiducia presentata dal consigliere Donato Supino nei confronti dell'assessore Stefano Molinari in merito alla gestione "Piano neve dicembre 2009".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finalmente 1.400 posti auto torneranno ai comaschi

QuiComo è in caricamento