Cronaca

Porta in giro il figlio malato legato a una corda: "È posseduto da un demone"

Arrestato

Una vicenda dai contorni drammatici che ha scosso tutta la Lombardia, una situazione venuta a galla nella vicina Brianza a Besana, a pochi chilometri da Inverigo (Como).

Quando i carabinieri sono arrivati a casa, raccontano i colleghi di MonzaToday, lui non c’era. L’uomo – un 68enne incensurato che vive a Besana Brianza – era in giro con il figlio di 39 anni per una passeggiata. Quando i militari li hanno li raggiunti in un’area verde di Besana il figlio era in un evidente stato confusionale: era vestito in modo trasandato,  ed era legato a una corda che gli cingeva la vita. A tenerlo il padre distante pochi metri. Il 68enne è stato arrestato in flagranza per maltrattamenti nei confronti del figlio 39enne.

A segnalare la situazione gli operatori dei servizi sociali di Besana Brianza. I carabinieri si sono diretti a casa dell'uomo: lì hanno trovato la madre che ha spiegato loro che il figlio aveva  problemi di salute, ma non era seguito da professionisti o struttura sanitaria, per volontà del marito. Le condizioni del figlio, riferiscono i carabinieri, negli ultimi giorni erano peggiorate. Il 39enne era diventato aggressivo,  tanto da dover essere immobilizzato per evitare che potesse fare del male a se stesso e agli altri.

Quando i militari li hanno raggiunti, il 68enne si è giustificato spiegando che avrebbe legato il figlio per evitare che scappasse improvvisamente. L’uomo non voleva neppure che il figlio venisse trasferito in ospedale per accertamenti. Per lui, infatti, il figlio non era malato ma era posseduto dal diavolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta in giro il figlio malato legato a una corda: "È posseduto da un demone"
QuiComo è in caricamento