Cronaca

Fermati gli hacker dei videopoker: con l'iPad alteravano le macchinette dei bar

Una banda di "hacker" cinesi riusciva a guadagnare fino a tre volte il massimo consentito dalla legge alle macchinette slot e videopoker nei bar di Como e dell'Olgiatese. I carabinieri del nucleo operativo di Como sono riusciti a individuare due...

truffa-ipad-slot-cinesi

Una banda di "hacker" cinesi riusciva a guadagnare fino a tre volte il massimo consentito dalla legge alle macchinette slot e videopoker nei bar di Como e dell'Olgiatese. I carabinieri del nucleo operativo di Como sono riusciti a individuare due di questi frodatori informatici. Si tratta, come detto, di due cittadini cinesi. Grazie all'uso di un iPad e un iPhone dotati di un particolare software riuscivano a interagire con il sistema informatico di una particolare slot denominata "Fowl 4 Play". Sono numerosi i bar in cui la banda ha agito arrivando a totalizzare vincite pari al 300% della somma consentita dalla legge.

Attraverso appostamenti e pedinamenti i carabinieri sono riusciti a fermare il flagranza di reato una donna in un pub di Como e un uomo in un bar gelateria di Parè. Entrambi i cittadini di nazionalità cinese erano incensurati, con regolare permesso di soggiorno. Erano riusciti a svuotare del tutto la macchinetta da gioco. Le indagini dei carabinieri continuano con l'obiettivo di sgominare l'intera banda. Ai titolari degli esercizi dotati delle slot "Fowl 4 Paly" i carabinieri consigliano la massima attenzione e di allertare il 112 in caso di vincite sospette.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermati gli hacker dei videopoker: con l'iPad alteravano le macchinette dei bar

QuiComo è in caricamento