Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca Ponte Chiasso / Via Brogeda

Fermata al confine sull'autobus diretto in Olanda: 26enne con passaporto e visto Schengen falsificati

La giovane si era sostituita a un'altra donna

E' salita su un autobus diretto da Milano ad Amsterdam ma il suo viaggio è si è concluso quasi subito, al confine italo-svizzero a Como, per la precisione. La ragazza, una sedicente eritrea di 26 anni, durante il controllo effettuato dalla polizia di frontiera della questura di Ponte Chiasso con i colleghi elvetici al valico autostradale di Brogeda, ha mostrato un passaporto che ha subito destato i sospetti degli agenti. La data del rilascio e quella della scadenza sembravano falsificate. Così come per il visto Schengen che la giovane donna ha esibito insieme al documento d'identità. Inoltre, le fattezze della persona ritratta nella foto sul passaporto per quanto simili non sembravano esattamente le stesse della ragazza. 

La ragazza è stata quindi invitata negli uffici del settore Polfrontiera al fine di svolgere più accurati controlli. Lì ha compilato il modulo multilingue di dichiarazione di identità dove ha fornito le sue generalità non corrispondenti a quelle trascritte sul documento stesso, a riprova che si era sostituita alla legittima titolare. Contestualmente il personale esperto in falso documentale ha effettuato un ulteriore accurato controllo al termine del quale è stato stabilito che erano state alterate le date di rilascio e di scadenza e che entrambi i documenti erano stati censiti regolarmente dalle autorità diplomatiche belghe in sede di rilascio del visto.  Anche le impronte digitali trovavano riscontro, a riprova che si era sostituita alla legittima titolare. La ragazza è stata dunque denunciata a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermata al confine sull'autobus diretto in Olanda: 26enne con passaporto e visto Schengen falsificati
QuiComo è in caricamento