Cronaca

Favara: "Vogliono cacciare me e distruggono Como e il Pd. Porto i casi Lucini e Fanetti a Renzi"

"Fanetti, Gaffuri e Lucini cercano lo scontro finale pur di sopravvivere. Sono disposti dilaniare un partito intero pur di mantenere il loro potere. Ma io a questo gioco non ci sto e non mi faccio cacciare dal mio partito da un segretario...

favara-9lug15

stefano-fanetti-1"Fanetti, Gaffuri e Lucini cercano lo scontro finale pur di sopravvivere. Sono disposti dilaniare un partito intero pur di mantenere il loro potere. Ma io a questo gioco non ci sto e non mi faccio cacciare dal mio partito da un segretario cittadino che non ha nemmeno l'autorità per farlo". Dalla Sicilia dove trascorrerà qualche giorno, il consigliere comunale dem - o ex dem - Gioacchino Favara non si scompone troppo di fronte alla volontà dei vertici cittadini di farlo fuori sia dal gruppo consiliare sia dal partito stesso a causa della firma apposta alla mozione di sfiducia al sindaco Mario Lucini presentata dalle minoranze.

gaffuri"Fanetti e Gaffuri, attraverso il sindaco, sanno che si stanno giocando il destino politico - prosegue Favara - Vogliono portare il mio caso ai probiviri? Benissimo, io porterò i documenti dell'inchiesta che sta travolgendo l'amministrazione e il Pd stesso. Naturalmente, nella speranza che nel frattempo non venga indagato o rinviato a giudizio qualcun altro. Ma è questo che vuole la classe dirigente democratica di Como?".

chiara-braga-30gen16Domande che restano sospese, attaccate soltanto alla chiara vena polemica che le innerva. "Oltre a me - prosegue il consigliere comunale - vedo che il segretario cittadino ha attaccato frontalmente e in termini quasi meschini anche la nostra deputata Chiara Braga, accusata di accoltellare alle spalle non si sa bene chi. Dunque a Como un segretario cittadino può attaccare un componente della segreteria nazionale del partito vicinissima a Matteo Renzi, mentre un consigliere che lotta a viso aperto per difendere il partito dallo tsunami giudiziario che lo sta travolgendo a causa dei suoi errori e di un sindaco che nemmeno è iscritto deve essere cacciato. A questo siamo arrivati".

Matteo Renzi a Como (fotogallery by Fabrizio Comerio)"Ma a questo punto chiederò di portare il caso del Pd di Como allo stesso Renzi, chiedendo esplicitamente che venga commissariata la segreteria cittadina che si è rivelata inutile e dannosa. Nel frattempo, finché anche il gruppo consiliare continuerà ad essere appiattito su posizioni insostenibili, sarà ben lieto io stesso di non partecipare a certe riunioni senza che me lo debba dire Fanetti".

Il finale, però, è anche una sorta di appello: "In questi mesi, anche a costo di arrivare alle minacce di espulsione, credo di non aver mai nascosto la faccia nell'esprimere anche posizioni scomode e molto dure. Sono pronto ad assumermi ogni responsabilità senza problemi, perché sono convinto di tutto ciò che ho detto e fatto. Però forse questo è il momento in cui la parte del Pd che non vuole vedere distrutto il partito sull'altare di un gruppo di potere esca allo scoperto, dica la propria, faccia valere un altro modo di vedere le cose e di fare politica. O domani potrebbe essere troppo tardi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Favara: "Vogliono cacciare me e distruggono Como e il Pd. Porto i casi Lucini e Fanetti a Renzi"

QuiComo è in caricamento