menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
DCIM100MEDIA-10

DCIM100MEDIA-10

Falsi anche i test di gravidanza: maxi sequestro all'aeroporto di Malpensa

Nel corso dell’operazione denominata “True False” realizzata da Guardia di Finanza di Malpensa in collaborazione con l'ufficio dell’Agenzia delle Dogane dell'aeroporto, sono stati sequestrati oltre 170mila prodotti tra i quali spiccano oltre...

Nel corso dell'operazione denominata "True False" realizzata da Guardia di Finanza di Malpensa in collaborazione con l'ufficio dell'Agenzia delle Dogane dell'aeroporto, sono stati sequestrati oltre 170mila prodotti tra i quali spiccano oltre 100 test di gravidanza made in Cina e quindi privi di ogni minimo controllo dal punto di vista sanitario. Nel corso dell'operazione sono state segnalate alle competenti autorità giudiziarie 40 persone.

Da un'analisi dei dati acquisiti in ambito aeroportuale, negli ultimi tempi è stato accertato un notevole incremento del mercato relativo ad una moltitudine di articoli di largo consumo fra i quali, per esempio, giocattoli, luminarie, addobbi natalizi di scarsa qualità, non rispondenti agli standard di sicurezza e nocivi per la salute dei consumatori.

L'operazione "True False" si è svolta in modo simile a quanto accade in tema di contrasto al traffico internazionale di stupefacenti: si è proceduto a una "consegna controllata" in materia di contraffazione, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Busto Arsizio, nella quale i militari hanno seguito "passo-passo" la consegna della merce avvenuta nel comune di Abbiategrasso, permettendo l'identificazione dei reali destinatari, sottoponendo a sequestro l'intera spedizione composta da oltre 15mila pezzi tra capi di abbigliamento e accessori contraffatti e con la denuncia a piede libero dei responsabili dell'illecita attività.

Inoltre, presso l'Area Cargo dell'aeroporto è stata rinvenuta una spedizione proveniente dalla Colombia e destinata a Teramo contenente 32 opere d'arte contraffatte (8 a firma di Mirò e 24 a firma di Picasso) tutte sottoposte a sequestro con contestuale denuncia del responsabile.

Si è proceduto anche all'esecuzione di un decreto di perquisizione locale a seguito di un sequestro in area Cargo di ricambi per auto provenienti dalla Cina, che ha portato al rinvenimento presso un'attività situata nel comune di Leffe (in provincia di Bergamo) di centinaia di ricambi per auto contraffatti (merce "pericolosa" per la circolazione stradale, in quanto non garantisce lo stesso standard di sicurezza dei ricambi "originali" che forniscono le case madri) e che si è conclusa con l'identificazione dell'effettivo destinatario della spedizione e la denuncia a piede libero dello stesso per introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi.

Ulteriori attività di indagine hanno portato al sequestro su tutto il territorio nazionale di oltre 600 articoli, tra orologi di marchi di lusso, nonché al sequestro di centinaia di pezzi tra accessori per auto e telefonia.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento