Cronaca

Ex Casa Albergo di via Volta: bando comunale non assegnato

Per la riapertura dell'ex Casa Albergo di via Volta ci sarà da aspettare. Non è andato a buon fine, infatti, il bando del Comune per destinare l'immobile - 3mila metri di superficie con una quarantina di miniappartamenti all'interno - a sostegno...

bruno-magatti

Per la riapertura dell'ex Casa Albergo di via Volta ci sarà da aspettare. Non è andato a buon fine, infatti, il bando del Comune per destinare l'immobile - 3mila metri di superficie con una quarantina di miniappartamenti all'interno - a sostegno delle fasce deboli della popolazione e non soltanto. Infatti, la particolarità del bando indetto da Palazzo Cernezzi - fortemente voluto dall'assessore ai Servizi sociali, Bruno Magatti - prevedeva che, un terzo dell'ex Casa Albergo fosse destinata a chi necessita di un sostegno mentre la restante parte sarebbe andata a chiunque avesse proposto iniziative, servizi e attività. L'obiettivo, in sostanza, era coniugare l'assistenza ai bisognosi con le normali attività anche economiche di un qualsiasi altro contesto della città, con l'obiettivo di creare un mix abitativo e di utilità sociale. La durata della gestione per l'eventuale soggetto vincitore era stabilita in 9 anni con la possibile proroga di altri 6 anni per un valore complessivo dell'operazione di 12 milioni di euro. Ieri, però, la doccia fredda: nessuno dei soggetti partecipanti al bando ha ottenuto il punteggio minimo sufficiente per l'aggiudicazione.

Resta da capire, ora, cosa accadrà anche a livello politico poiché è noto (volarono urla, sul tema, tra Bruno Magatti e Luca Gaffuri) che il progetto dell'assessore di Paco-Sel non ha mai convinto una parte del Partito Democratico e questo potrebbe avere un peso nelle prossime decisioni.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Casa Albergo di via Volta: bando comunale non assegnato

QuiComo è in caricamento