Estradato da Napoli alla Svizzera il sospettato dell'omicidio di Chiasso

Il Ministero Pubblico del Canton Ticino ha reso noto oggi che le Autorità giudiziarie italiane hanno comunicato ufficialmente di avere accolto la richiesta d'estradizione inoltrata per il 23enne M. I., sospettato (assieme al padre, P. I. di 51...

omicidio-chiasso-ticino-nov15

Il Ministero Pubblico del Canton Ticino ha reso noto oggi che le Autorità giudiziarie italiane hanno comunicato ufficialmente di avere accolto la richiesta d'estradizione inoltrata per il 23enne M. I., sospettato (assieme al padre, P. I. di 51 anni) dell'omicidio avvenuto a Chiasso lo scorso 27 novembre 2015. il giovane sospettato è al momento detenuto nel carcere di Poggioreale a Napoli. Le modalità operative del suo trasferimento in Ticino saranno decise nei prossimi giorni.

Secondo gli inquirenti l'omicidio del commercialista 73enne, Angelo Falcone, avvenuto in un garage di un palazzo vicino a Corso San Gottardo, sarebbe stato compiuto con un'arma da taglio e forse una mazza. Padre e figlio sospettati sono stati arrestati il primo dicembre a Ercolano. Il padre viveva a Chiasso dal 2009, anno in cui aprì un distributore di benzina a fianco al quale la moglie aveva aperto un negozio di camicie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona arancione da lunedì 11 gennaio: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Parla Sarah la (ex) fidanzata comasca di Genovese: "Non faccio più uso di droghe"

Torna su
QuiComo è in caricamento