Cronaca

Isis: comasco scopre e denuncia siti jihadisti e video shock in italiano

"Mi sono bastate poche ore di navigazione nel Web per scoprire numerosi siti di chiara matrice jihadista, all'interno dei quali ho trovato purtroppo anche video inediti molto shoccanti". A parlare è un giovane comasco di 23 anni: "Siccome ho...

"Mi sono bastate poche ore di navigazione nel Web per scoprire numerosi siti di chiara matrice jihadista, all'interno dei quali ho trovato purtroppo anche video inediti molto shoccanti". A parlare è un giovane comasco di 23 anni: "Siccome ho sempre pensato che l'informazione in Italia raramente sia completa ho deciso di approfondire da solo la questione terrorismo navigando in Internet. Poco per volta ho scoperto una serie di siti piuttosto sospetti e che sembrano ricondurre all'Isis, ho dunque deciso di segnalarli alla polizia di Como, soprattutto perché sono sottotitolati in italiano. Da alcune ricerche mi è sembrato di capire che quasi tutti i siti che ho segnalato siano realizzati e collocati in server che si trovano in Paesi islamici".

Il 23enne giovedì sera si è quindi presentato in Questura e da lì indirizzato agli uffici della polizia postale di via Bossi. "Ho consegnato un elenco di presunti siti e una lista di circa cinquanta sospetti affiliati jihadisti che ho trovato in Rete insieme a un account Twitter " ha raccontato a Quicomo il ragazzo.

La nostra redazione ha esaminato due video contenuti nei siti segnalati alla polizia postale. Si tratta di immagini chiaramente propagandistiche. Alcune sequenze sono estremamente cruente: esecuzioni singole e di massa, compiute con inaudita e fredda violenza, inquadrate nei minimi dettagli. Ci hanno sconvolti, per questo abbiamo ritenuto opportuno non proporle ai lettori, neanche mostrando semplici fermo immagine. Qui pubblichiamo solo qualche screenshot. Nel primo, un orologio immerso per metà in un mare insanguinato con la scritta "Presto rimarrete sorpresi", nei successivi, chiari riferimenti all'intenzione di colpire l'Italia. Nei vari siti, poi, sono viasualizzabili anche varie immagini con scritte minacciose. Una, addirittura, preannuncia un attentato a Roma dopo quello di Parigi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isis: comasco scopre e denuncia siti jihadisti e video shock in italiano

QuiComo è in caricamento