Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca Piazza Alessandro Volta

L'obbrobrio di piazza Volta: ancora nessuna soluzione

Cassette Enel accatastate in una delle più belle (e turistiche) piazze di Como

Oggetto di un recente restyling voluto dalla precedente amministrazione, piazza Volta di Como resta uno dei luoghi più amati e frequentati della città. A far discutere ancora, dopo le ormai celebri panchine senza schienali, un problema noto da tempo: la cabina telefonica Telecom e soprattutto le cassette Enel accatastate all’ombra della statua del celebre scienziato comasco a cui la piazza è dedicata.

Dopo tanti mesi dall’inaugurazione dei lavori, che hanno coinvolto anche via Grassi e via Garibaldi, una soluzione che preveda la rimozione dei manufatti o quantomeno un rimedio estetico, ancora latita. L’impatto, anche per la posizione non esattamente ai margini della piazza, è decisamente degradante; di certo poco consono agli equilibri architettonici di uno dei siti che vanta tutto l’anno una costante presenza di turisti e cittadini.

Chissà se uno squillo a Telecom e una scossa ad Enel, quando Palazzo Cernezzi riprenderà appieno l’attività dopo la pausa estiva, serviranno a liberare piazza Volta da un telefono pubblico inutilizzato e da impianti elettrici che fanno tanto cantiere.  

Davide De Ascentis, titolare del bar Krudo di piazza Volta, ha così commentato: 'Ci hanno  sempre fatto un sacco di problemi per i colori e le forme dei tavoli ma nessuno ha fatto niente per quella cabina. Però sono molto fiducioso riguardo la nuova amministrazione e in particolare nei confronti del nuovo ass al turismo.

Dal canto suo l'assessore al Commercio, Marco Butti, ha detto che avrebbe subito verificato la situazione insieme al dirigente del comune interessato al problema.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'obbrobrio di piazza Volta: ancora nessuna soluzione

QuiComo è in caricamento