menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Droga nei boschi dell'Olgiatese: maxi operazione contro tossici e spacciatori. Anche vicino a scuole

Droga nei boschi dell'Olgiatese: maxi operazione contro tossici e spacciatori. Anche vicino a scuole

Droga nei boschi dell'Olgiatese: maxi operazione contro tossici e spacciatori. Anche vicino a scuole

Il blitz di ieri nel bosco vicino alla scuola Don Carlo San Martino di Montano Lucino è stato solo uno dei tasselli che ha composto la maxi operazione coordinata di tutte le forze dell'ordine di Como e provincia. Un'operazione, questa, che ha...

Il blitz di ieri nel bosco vicino alla scuola Don Carlo San Martino di Montano Lucino è stato solo uno dei tasselli che ha composto la maxi operazione coordinata di tutte le forze dell'ordine di Como e provincia. Un'operazione, questa, che ha inflitto ieri un duro colpo all'attività di spaccio e consumo di droga nelle aree boschive del cosiddetto Parco del Lura. Sono 6 le persone sorprese a spacciare sostanze stupefacenti: cinque di loro sono state denunciate, mentre una sesta persona, di nazionalità italiana, è stata arrestata. Inoltre, quattro persone sono state segnalate alla Prefettura quali consumatori di sostanze psicotrope. Un cittadino extracomunitario è stato denunciato per guida senza patente. Sono stati sequestrati 15,5 grammi di droga e smantellati due bivacchi che venivano utilizzati da immigrati senza fissa dimora dediti allo spaccio.

Le forze in campo nella giornata di ieri per la super retata nei boschi sono state ingenti: 115 carabinieri, 4 equipaggi della polizia di Stato, 2 squadre cinofile antidroga della Guardi di Finanza, altre 4 unità del Corpo Forestale, 4 unità della polizia locale di Olgiate Comasco, 2 di Lurate Caccivio, 2 di Montano Lucino e 2 di Villa Guardia.

Sebbene l'attività di spaccio e di consumo avvenisse prevalentemente all'interno delle aree boschive, dove è più facile nascondersi agli occhi indiscreti dei passanti e soprattutto a quelli delle forze dell'ordine, le zone immediatamente circostanti la vegetazione erano diventati punti di ritrovo, nonostante la vicinanza di istituti scolastici, come, appunto, l'istituto Don Carlo San Martino di Montano Lucino dove i carabinieri hanno supportato i netturbini per una pulizia del bosco vicino.

La retata di ieri, ad ogni modo, rappresenta la prosecuzione naturale dell'operazione "Boschetto" che ha permesso di mettere le manette ai polsi di numerosi spacciatori e di segnalare alla prefettura oltre 200 assuntori di sostanze stupefacenti. Qui di seguito i link agli articoli dei precedenti due interventi che rientrano nella operazione "Boschetto": 20 luglio 2015: individuati 240 clienti 14 ottobre 2015: 5 arresti
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione da domenica 24 gennaio

social

Lago di Como, Casa Brenna Tosatto: l'arte della bellezza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento