Droga e doping: 14 ragazzi denunciati tra Milano e Val d'Intelvi

I carabinieri della compagnia di Menaggio sono riusciti a individuare e a fermare un giro di sostanze stupefacenti e medicinali utilizzati per il doping. Il tutto è iniziato lo scorso 18 agosto quando il nucleo operativo e radiomobile di Menaggio...

marijuana-2set16

I carabinieri della compagnia di Menaggio sono riusciti a individuare e a fermare un giro di sostanze stupefacenti e medicinali utilizzati per il doping. Il tutto è iniziato lo scorso 18 agosto quando il nucleo operativo e radiomobile di Menaggio ha arrestato a Zelo Surrigone (Comune nel Milanese) un ragazzo che possedeva sostanze stupefacenti a scopo di spaccio. In particolare il giovane è stato trovato in possesso di 47 grammi di hashish, 0,5 grammi di cocaina, 3 piante di canapa indiana dell’altezza di circa un metro, 2 bilancini di precisione, nonché attrezzatura per la realizzazione di impacchi sottovuoto. Poi alle prime luci del 25 agosto 47 carabinieri coadiuvati da 5 unità cinofile antidroga hanno perquisito tredici abitazioni della Val d'Intelvi. Durante questa maxi operazione è stato tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio un giovane classe 94, residente a Segrate ma domiciliato a Castiglione d’Intelvi, poiché trovato in possesso di 33 grammi di sostanza stupefacente tipo hashish, 123,50 grammi di marijuana, 3 cartoncini di Lsd.

Tali perquisizioni hanno permesso di recuperare complessivamente 138,65 grammi di sostanza stupefacente tipo marijuana; 3 piante di marijuana dell’altezza di circa un metro cadauna; 50,76 grammi di sostanza stupefacente tipo hashish; 1,89 grammi di sostanza stupefacente tipo cocaina; medicinali vari: 6 flaconi di nandrolone decanoate (inserito nelle tabelle di sostanze ritenute psicotrope); varie quantità di sostanze dopanti, non di libera vendita, la cui somministrazione è consentita solo per determinate patologie e solo dietro stretta supervisione medica (gonasi, sustanon, proviron mesterolone; testosterone-cypionate, omnadren).

Il giovane trovato in possesso dei suindicati medicinali è stato denunciato a piede libero all’autorità giudiziaria ai sensi della legge n. 376 del 2000 che disciplina la tutela sanitaria delle attività sportive e della lotta contro il doping. L’attività investigativa ha portato alla denuncia in stato di libertà di 14 giovani residenti nella Val d’Intelvi e nel Milanese per i reati inerenti la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona arancione da lunedì 11 gennaio: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Parla Sarah la (ex) fidanzata comasca di Genovese: "Non faccio più uso di droghe"

Torna su
QuiComo è in caricamento