Cronaca

La "bufala" della donna sequestrata dai cinesi per gli organi

Questa volta parliamo di una "non notizia". Una storia inquietante, anzi, raccapricciante, che circola da alcuni mesi a Como e provincia. Viste le segnalazioni giunte in redazione e le richieste di verifica da parte nostra ci è sembrato il caso di...

bufalo

Questa volta parliamo di una "non notizia". Una storia inquietante, anzi, raccapricciante, che circola da alcuni mesi a Como e provincia. Viste le segnalazioni giunte in redazione e le richieste di verifica da parte nostra ci è sembrato il caso di fare un po' di chiarezza e dire, una volta per tutte, che si tratta di una bufala, una vera e propria leggenda metropolitana. Una donna sarebbe entrata in un ristorante gestito da cinesi in un paese appena fuori Como mentre il marito parcheggiava l'auto. Alcuni uomini all'interno del locale l'avrebbero sequestrata per prelevarle gli organi. Il marito non vedendola tornare sarebbe entrato nel ristorante cercando la moglie, ma i cinesi gli avrebbero detto di non avere visto entrare nessuna donna. Allora l'uomo avrebbe avvisato le forze dell'ordine e la donna sarebbe stata trovata in stato di semi-inconscienza, nuda, legata a un tavolo e con la testa rasata. La storia non ha trovato nessun riscontro con le forze dell'ordine comasche. E', pertanto, da ritenersi falsa e priva di ogni fondamento. Sebbene ci sia chi crede, per sentito dire, che la notizia sia stata "coperta" per consentire alle forze dell'ordine di risalire ai capi dell'organizzazione di traffico di organi.

La cosa curiosa è che la stessa "bufala" circola in numerose altre città italiane praticamente identica, anche se a volte con qualche dettaglio diverso. Qualche volta si parla del marito altre volte del fidanzato; a volte si svolge in un ristorante altre volte in un negozio di vestiti: ma la donna è sempre stata trovata nuda, legata, narcotizzata e con la testa rasata. Basta fare una breve ricerca su internet per trovare numerosi blog e quotidiani online che raccontano (e quasi sempre smentiscono) questa notizia. Sarebbe davvero incredibile che, come si legge nel web, la stessa drammatica vicenda fosse accaduta con le medesime modalità e circostanze a Terni, a Roma, a Catania e in decine di altri posti (immagine da Wikipedia, autore Sonja Pieper).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La "bufala" della donna sequestrata dai cinesi per gli organi

QuiComo è in caricamento