Aggredita a Bulgarograsso: il drammatico racconto di una donna sfuggita alla furia dell'ex convivente

L'uomo ha cercato di accoltellarla a morte

L'abitacolo dell'auto in cui è avvenuta l'aggressione

Un uomo di 41 anni di Bulgarograsso è stato arrestato con l'accusa di violenza, minacce e tentato omicidio nei confronti dell'ex convivente. I carabinieri di Appiano Gentile, con la collaborazione dei colleghi di Fino Mornasco, hanno arrestato l'uomo nella giornata di sabato 20 gennaio 2018 dopo che due sere prima aveva cercato di uccidere la sua ex fidanzata. Drammatico il racconto della donna sfuggita per miracolo alle coltellate dell'uomo.

L'aggressione

E' la sera di venerdì 18 gennaio 2018 quando la donna, 31 anni, sale nella sua auto posteggiata davanti al centro sportivo di Bulgarograsso dove è residente. All'improvviso il suo ex convivente le si para davanti al finestrino lato conducente e con un sasso rompe il vetro dell'auto. In mano l'aggressore brandisce un coltello con il quale cerca di ferire a morte la donna. E' lui stesso a gridare, in preda a un raptus omicida, "ti ammazzo, ti ammazzo!". Alla donna non resta che difendersi dalle coltellate parando i fendenti con le braccia e infatti resta ferita a un polso. Capisce che per lei potrebbe essere la fine.

La fuga

In un ultimo disperato tentativo di salvarsi la donna, sanguinante da un braccio, si sposta sul lato passeggero e fugge aprendo la portiera sinistra. L'aggressore, però, la insegue per alcuni metri. La donna grida a squarciagola terrorizzata. Qualcuno ode le grida d'aiuto e accorre a vedere che cosa stia succedendo. E' solo a quel punto che l'aggressore desiste e fugge.

L'arresto

I carabinieri intervenuti sul posto hanno immediatamente dato il via alle indagini per trovare riscontri del racconto della donna. In poche ore, le indagini coordinate dal pubblico ministero Valentina Mondovì del tribunale di Como, consentono di acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti di F. C., 41enne di Bulgarograsso. La donna invece è stata medicata al pronto soccorso. Nella giornata del 20 gennaio i carabinieri fermano e arrestano l'uomo.

Perseguitata

La relazione tra l'aggressore e la vittima era terminata nel settembre del 2017 su decisione della donna. L'uomo, però, non se n'era mai fatta una ragione e più volte ha minacciato e perseguitato la sua ex convivente. La donna, però, non ha mai desistito dal proposito di abbandonarsi alle spalle quella relazione probabilmente violenta. Davanti alla sua determinazione l'uomo ha sfoderato un istinto omicida che solo per un caso fortuito non ha avuto un esito drammaticamente letale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo codice della strada, cosa rischiano gli automobilisti comaschi

  • Tragedia a Grandate: un ragazzo di 18 anni si toglie la vita buttandosi dalla torretta dell'acquedotto

  • I magnifici 7: ecco i migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Le 5 migliori osterie per una pausa pranzo a Como

  • Como, studentessa aggredita e molestata alla fermata del bus: arrestato in piazza Vittoria

  • Malore per una bambina appena nata: paura in centro Como

Torna su
QuiComo è in caricamento