Il lockdown non ferma il contrabbando: sul treno alla dogana con 4 mini lingotti d'oro

Ha detto di non avere nulla da dichiarare ai funzionari doganali

Viaggiava a bordo del treno diretto da Chiasso a Milano nel tentativo di portare in Italia 4 lingotti d'oro nascosti nei suoi effetti personali, ma non hafatto i conti con l'intuito dei funzionari doganali e degli uomini della guardia di finanza di Ponte Chiasso che effettuano gli abituali controlli sui treni. Alla richiesta se avesse qualcosa da dichiarare l'uomo, un italiano, ha risposto di no, ma ha tradito un certo nervosismo che ha spinto gli uomini delle fiamme gialle ad approfondire il controllo sui suoi effetti personali dai quali sono spuntati 4 piccoli lingotti d'oro del peso complessivo di 185 grammi per un controvalore di circa 9mila euro. All'uomo è stata contestata la violazione alla norma sulle false dichiarazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Valduce, la ragazza sul tetto dell'auto che cerca la mamma

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

Torna su
QuiComo è in caricamento