rotate-mobile
Cronaca

Alle porte del Comasco una discarica abusiva di rottami e un deposito di barche

Nei guai per gli illeciti ambientali e gli abusi edilizi sono finiti i proprietari e i conduttori di due terreni

Duemila metri quadri di terreno sottoposto a vincolo ambientale e interesse strategico provinciale trasformati in depositi di barche, materiali edili e discarica di rottami. È la scoperta fatta a Seregno, nei pressi dell’area verde della Porada che si spinge verso il confine con il Comasco, durante una operazione congiunta effettuata dal personale del nucleo di sicurezza urbana della Polizia Locale e della Polizia Provinciale di Monza e Brianza, nell'ambito di una più ampia attività di contrasto agli illeciti ambientali e edilizi nel territorio di Seregno.

Nei guai per gli illeciti ambientali e gli abusi edilizi sono finiti i proprietari e i conduttori di due terreni contigui situati nei pressi dell’area verde della Porada.

“In particolare un terreno era stato destinato sia a deposito a cielo aperto di imbarcazioni che a discarica di rottami di barche mentre l’altro terreno attiguo, oggetto inoltre di totale eradicazione abusiva degli alberi ivi insistenti, era stato completamente alterato nella destinazione al fine di realizzare un deposito di materiali edili a cielo aperto, manufatti abusivi, una gru e con presenza di un deposito incontrollato di rifiuti” specificano dal comando della polizia locale.

Sono così scattate due denunce per deposito incontrollato di rifiuti, abusi edilizi e deturpamento di aree vincolate e il terreno è stato sequestrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alle porte del Comasco una discarica abusiva di rottami e un deposito di barche

QuiComo è in caricamento