Disavventura in stazione a Albate, Trenord smentisce: "Abbiamo verificato, tutto regolare"

Una vicenda incredibile quella raccontata oggi da una lettrice. La donna due giorni fa, di ritorno da Milano con un gruppo di amici, è scesa alla stazione di Albate (Ferrovie dello Stato) ma, con suo sommo stupore, si è trovata a diverse decine di...

Disavventura in stazione a Albate, Trenord smentisce: "Abbiamo verificato, tutto regolare"

Una vicenda incredibile quella raccontata oggi da una lettrice. La donna due giorni fa, di ritorno da Milano con un gruppo di amici, è scesa alla stazione di Albate (Ferrovie dello Stato) ma, con suo sommo stupore, si è trovata a diverse decine di metri dalla banchina.

Ne è nata una tanto rocambolesca quanto inquietante fuga dal treno, al buio e sotto la pioggia, vergata nero su bianco, con dovizia di particolari, in una lunga mail che abbiamo pubblicato e che vi invitiamo a leggere.

Qui l'articolo “Agganciata al treno che riparte”: incubo notturno (sotto il nubifragio) alla stazione di Albate

Non è mancata l'immediata replica dell'Ufficio Stampa di Trenord che, dopo alcune verifiche, ha inviato una breve nota (che riportiamo integralmente), il comunicato tratteggia uno scenario diametralmente opposto rispetto a quanto raccontato dalla signora. I due racconti, di fatto, sono incompatibili. Solo un incontro tra le parti - auspicato dall'azienda - potrà chiarire ogni dubbio.

In merito alla segnalazione della lettrice desideriamo chiarire quanto segue: nei giorni e negli orari indicati dalla Signora hanno circolato treni a 8 carrozze. La stazione di Albate è a banchina lunga, idonea ad accogliere questa tipologia di convoglio. Abbiamo altresì verificato che il treno in questione era dotato di sistemi di diffusione sonora automatici a bordo regolarmente funzionanti. Siamo a completa disposizione della nostra Cliente: la contatteremo per ogni approfondimento se vorrà fornirci i suoi riferimenti all'indirizzo my-link@trenord.it. Ufficio stampa Trenord

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona arancione da lunedì 11 gennaio: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Parla Sarah la (ex) fidanzata comasca di Genovese: "Non faccio più uso di droghe"

Torna su
QuiComo è in caricamento