Domenica, 13 Giugno 2021

Dirigente Asl di Como arrestato, intervista al direttore generale

Roberto Bollina, direttore generale Asl di Como, commenta la notizia dell'arresto (ai domiciliari) del direttore amministrativo di via Pessina, Giancarlo Bortolotti, indagato nell'ambito di una maxi inchiesta su presunti appalti truccati che...

Roberto Bollina, direttore generale Asl di Como, commenta la notizia dell'arresto (ai domiciliari) del direttore amministrativo di via Pessina, Giancarlo Bortolotti, indagato nell'ambito di una maxi inchiesta su presunti appalti truccati che riguardavano auto a noleggio. Bollina ha tenuto a precisare che l'Asl di Como non è affatto interessata dall'inchiesta, poiché i fatti in cui la magistratura ritiene coinvolto Bortolotti risalgono al 2008, quando cioè il direttore amministrativo lavorava all'Icp di Milano. "Qualcuno, anche su qualche giornale, ha fatto intendere - ha commentato Bollina - che io abbia nominato Bortolotti perché vicino a CL. Smentisco categoricamente. Bortolotti lo nominai a causa di un cambio di dirigetni. l'allora direttrice amministrativa dottoressa Bianchi volle essere trasferita e io nominai Bortolotti con contratto di 6 mesi che poi ho rinnovato fino alla fine del mio mandato perché ha fatto un buon lavoro. Ad ogni modo, ad oggi, finché è agli arresti domiciliari, non percepisce stipendio perché non può svolgere il suo lavoro. Vedremo nei prossimi giorni l'evoluzione della vicenda per capire se o quando sostituirlo". Il direttore Bollina, inoltre, ha tenuto a precisare che "l'Asl non ha auto a noleggio e non è stato fatto nessun bando di gara al riguardo". Inoltre ha spiegato che gli uffici dell'Asl non sono stati soggetti a nessuna perquisizione né richiesta di acquisizione di atti.

Si parla di

Video popolari

Dirigente Asl di Como arrestato, intervista al direttore generale

QuiComo è in caricamento