Cronaca Via Belleneuve

Acquistava on-line la droga dello stupro: è il direttore di una comunità per minori nel comasco

Sul suo tablet anche immagini pedopornografiche

Un'indagine particolarmente delicata e su cui gli inquirenti mantengono il massimo riservo proprio perché coinvolge minori. Quello che oggi, 5 febbraio, trapela è che il direttore della comunità per bambini La Valle del Lura di Cadorago, lo psicologo 42enne Edoardo Bianchi, avrebbe avuto nel proprio PC materiale pedopornografico e avrebbe comprato on-line la cosiddetta “droga dello stupro”. Al momento non risultano episodi di violenza sessuale sui bimbi ospiti della struttura, ma l'uomo, arrestato, è stato comunque denunciato per violenza su minore, un episodi forse accaduto anni fa, quando ancora non dirigeva la struttura comasca.

Gli inquirenti sono arrivati allo psicologo seguendo il traffico del Gbl, un acido usato anche per stordire e rendere inermi le vittime di stupro, e di cui i carabinieri di Roma hanno documentato un ampio traffico tra Olanda e Italia. Proprio fingendosi corrieri del pacco che avrebbe dovuto contenere la droga, i militari si sarebbero presentati all'uomo. Solo in un secondo momento si sarebbero qualificati, avviando subito le indagini sui telefoni, il tablet e il computer del 42enne. È proprio nella memoria di questi device che gli inquirenti avrebbero trovato anche immagini e un video pedopornografici.

I bimbi della struttura lariana sono stati tutti affidati ad altre comunità mentre il direttore è finito in manette e portato, dopo l’interrogatorio, al carcere del Bassone. Gli atti da Como sono stati trasmessi alla Procura di Milano e così anche il materiale raccolto nel corso di tutta l'indagine dai carabinieri di Roma per quanto riguarda il traffico della droga dello stupro tra Olanda e Italia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquistava on-line la droga dello stupro: è il direttore di una comunità per minori nel comasco

QuiComo è in caricamento