Mercoledì, 23 Giugno 2021

Dipendenti della Provincia tra i furbetti del posteggio a Como

Ogni mattina tra via Zuccoli e Passaggio Giardini di Ponente posteggiano numerose macchine, quasi una ventina. Addirittura in doppia fila. La strada, per intenderci, è quella che collega viale Varese a via Volta e che passa a fianco dell'ingresso...

Ogni mattina tra via Zuccoli e Passaggio Giardini di Ponente posteggiano numerose macchine, quasi una ventina. Addirittura in doppia fila. La strada, per intenderci, è quella che collega viale Varese a via Volta e che passa a fianco dell'ingresso del provveditorato agli studi. Il cartello avvisa che i posti su questa strada sono riservati a provvediytorato, prefettura e forze dell'ordine. In realtà posteggiano anche auto che espongono sul cruscotto pass con scritto Provincia di Como. Alcuni di questi sono semplici foglietti altri sono belli grandi con la scritta che fa riferimento all'assessorato al Lavoro, che ha sede prorpio di fianco al provveditorato. In realtà sembra che tutte queste auto siano in sosta irregolare. Lo conferma lo stesso assessore provinciale al Lavoro, Alessandro Fermi: "Non c'è nessun dipendente autorizzato a posteggiare su questa strada. Sono proprio curioso di vedere le immagini girate da QuiComo per vedere chi possa avere utilizzato dei pass impropri, in modo furbesco. L'assessorato ha solo qualche posto eswclusivo, ma all'interno del cortile e solo per pochissimi dipendenti di rango dirigenziale".

L'assessore alla Viabilità del Comune di Como, Stefano Molinari, ha spiegato che nelle prossime settimane cercherà di fare ordine nel marasma di privilegi per posteggi concessi ai dipendenti di diverse istitutzioni. Compreso quelli di provveditorato e prefettura. tanti sono i dipendenti di provveditorato che posteggiano sul Passaggio Giardini di Ponente esponendo spesso contrassegni che risultano ricavati da semplici pezzi di carta stampati o buste per lettere con l'intestazione del provveditorato

Si parla di

Video popolari

Dipendenti della Provincia tra i furbetti del posteggio a Como

QuiComo è in caricamento