Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Dipendenti al bar dopo aver timbrato: 7 euro di danni in tre

Solo 7 euro di danni. A tanto - si fa per dire - ammonterebbe il danno causato dai tre dipendenti comunali pizzicati dalla videocamera di Quicomo nel corso di una mattina in cui appena dopo aver timbrato si sono recati al bar per prendere un caffè...

Solo 7 euro di danni. A tanto - si fa per dire - ammonterebbe il danno causato dai tre dipendenti comunali pizzicati dalla videocamera di Quicomo nel corso di una mattina in cui appena dopo aver timbrato si sono recati al bar per prendere un caffè anziché entrare in ufficio. La procura ha notificato ai tre dipendenti (uno dei quali sembra abbia rassegnato le dimissioni, ma non è chiaro il motivo che lo avrebbe effettivamente spinto a licenziarsi) l'avviso di chiusura indagini ipotizzando le accuse di truffa aggravata (ai danni dello Stato), violazione della normativa che regola il lavoro del dipendente pubblico e danno erariale di 7 euro in totale, cioè sommando i rispettivi danni che i tre avrebbero causato secondo la Procura alle casse del Comune di Como. A tale cifra si sarebbe risaliti ricostruendo il tempo effettivo che i dipendenti avrebbero sottratto al lavoro d'ufficio per concederlo alla passeggiatina con caffè. Ora i dipendenti avranno circa tre settimane di tempo per produrre le loro controdeduzioni. Dopo di che il pm titolare dell'inchiesta, Pasquale Addesso, dovrà stabilire se sia il caso di chiedere il rinvio a giudizio o chiedere l'archiviazione del caso. Nonostante la gravità dell'accusa di truffa aggravata pare indubbia la cosiddetta "tenuità del danno", circostanza introdotta recentemente nella giurisprudenza italiana che può far propendere per l'archiviazione. Resta da vedere, però, sul lato disciplinare cosa deciderà l'amministrazione comunale alla quale spettano eventuali sanzioni come, per esempio, la sospensione dal servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendenti al bar dopo aver timbrato: 7 euro di danni in tre

QuiComo è in caricamento