menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
carcere-bassone-1

carcere-bassone-1

Detenuto violento, nuova aggressione in carcere. Poliziotti esasperati

Nuova violenta aggressione all'interno del Carcere Bassone di Como dove ieri sera, intorno alle 20, un detenuto di nazionalità nigeriana, noto per i numerosi episodi violenti, ha dato in escandescenze. I poliziotti penitenziari sono intervenuti...

Nuova violenta aggressione all'interno del Carcere Bassone di Como dove ieri sera, intorno alle 20, un detenuto di nazionalità nigeriana, noto per i numerosi episodi violenti, ha dato in escandescenze. I poliziotti penitenziari sono intervenuti all'interno della sua cella ma lui anziché calmarsi si è scagliato contro di loro. Tutti e tre, una volta calmata la situazione, sono stati portati al pronto soccorso dell'ospedale Sant'Anna dove sono stati dimessi con prognosi di sei giorni. L'episodio di ieri sera, però, è l'ultimo di una lunga serie che ha visto spesso lo stesso detenuto come protagonista. il sindacato CNPP (Coordinamento nazionale polizia penitenziaria) ha diffuso una nota stampa per denunciare carenze ed errori nella gestione della casa circondariale del Bassone. In particolare nel comunicato diramato nelle scorse ore si legge: "Nella serata del 27 febbraio lo stesso detenuto si trovava ristretto nella sezione infermeria dove al suo interno dovrebbero esserci solo detenuti bisognosi di cure, ma il CNNP "coordinamento nazionale polizia penitenziaria" ha denunciato in altre occasioni, che all'interno della sezione infermeria del carcere comasco vi sono ristretti detenuti con patologie psichiche o che non trovano spazio in altre sezioni, rendendo difficile il lavoro dell'area sanitaria. Più volte è stato chiesto alla direzione di allontanare il detenuto perché pericoloso, e a favore di ciò esistono tantissimi documenti,relazioni di servizio e denunce, ma nessuno sente. Basta, siamo stanchi, l'istituto comasco versa in una situazione di totale abbandono, basta pensare che quasi ogni giorno vi sono delle risse tra detenuti, e non dimentichiamo i tre casi di suicidi di detenuti".

Il comunicato integrale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione da domenica 24 gennaio

social

Lago di Como, Casa Brenna Tosatto: l'arte della bellezza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento