25 Daspo per Como-Varese: tra i tifosi violenti anche un padre e suo figlio

Hanno età compresa tra i 18 e i 57 anni

Sono tutti residenti tra Como e Milano, ma c'è anche un cittadino svizzero: la divisione anticrimine della questura di Como ha emesso 25 Daspo nei confronti di altrettanti tifosi ultras del Como per gli scontri avvenuti fuori dalla stadio Sinigaglia di Como il 14 gennaio 2018.

I Daspo

In particolare sono stati notificati Daspo della durata di 3 anni a 12 tifosi incensurati e di 5 anni a 13 tifosi pregiudicati o con precedenti di polizia. Numerosi i fatti che a questi erano stati già contestati: rissa e lesioni personali;  produzione spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione stupefacenti oltre modica quantità; minaccia, oltraggio, resistenza e violenza  a Pubblico Ufficiale; lancio di materiale pericoloso durante incontri sportivi; scavalcamento ed invasione di campo in occasione di incontri sportivi; violenza personale in danno di minori; minaccia; porto abusivo e detenzione illegale di armi;  lesioni personali; condanne per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e guida sotto l’influenza dell’alcool; danneggiamento; deturpamento ed imbrattamento di cose altrui; furto; condanna per evasione e rapina; interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di pubblica necessità; discriminazione razziale nei confronti di una giocatrice di basket; possesso di artifizi pirotecnici in occasione di manifestazioni sportive; violazione a disposizioni su riunioni in luogo pubblico o aperto al pubblico; adescamento di minore; possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli; furto aggravato; percosse. 

Padre e figlio

Di questi ultimi  8 tifosi risultavano essere già destinatari di analoghi provvedimenti Daspo emessi non solo da quest’Ufficio, ma anche da diverse Questure del nord Italia, come Livorno, Perugia, Siena, Treviso e Varese. Tra loro uno risulta già daspato sei volte. Si segnala, inoltre, che due destinatari del provvedimento risultano legati da vincolo di parentela in quanto trattasi di padre e figlio. Al genitore è stato notificato Daspo per cinque anni e al figlio (il piu’ giovane dei venticinque soggetti) il Daspo per 3 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

  • Deserto Malpensa: le surreali immagini di un viaggio da Como ad Addis Abeba

Torna su
QuiComo è in caricamento