menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Problemi per il palazzetto russo di Gerasimenko (finanziatore dell'arena di Cantù): partite vietate

Problemi per il palazzetto russo di Gerasimenko (finanziatore dell'arena di Cantù): partite vietate

Daspo per un tifoso della Vitasnella Cantù e uno del Calcio Como

Sono stati emanati e notificati nella giornata di ieri due DASPO ad altrettanti tifosi. Il primo provvedimento ha una durata di 5 anni ed è stato spiccato nei confronti di G.S. di 27 anni, tifoso del Cantù-Vitasnella, il quale durante l’incontro...

Sono stati emanati e notificati nella giornata di ieri due DASPO ad altrettanti tifosi. Il primo provvedimento ha una durata di 5 anni ed è stato spiccato nei confronti di G.S. di 27 anni, tifoso del Cantù-Vitasnella, il quale durante l'incontro tra la squadra del cuore e il Reggio Emilia del 31 gennaio, aveva asportato una bandiera del Reggio Emilia appesa all'inferiata frontale del settore ospiti. era riuscito a sfuggire ai poliziotti che stavano operando servizio di ordine pubblico e si era diretto, per poi deporre il maltolto, sulle gradinate dei supporter del Cantù. Il giovane era stato più volte, in passato, segnalato all'autorità giudiziaria per violenza, minaccia a pubblico Ufficiale nonché danneggiamento. Inoltre, a carico dello stesso tifoso era stato già emanato un precedente DASPO, a firma del Questore di Varese, poiché, in occasione di altro evento sportivo aveva danneggiato la recinzione divisoria tra i settori ospiti e la curva locale ferendo un operatore di polizia intervenuto.

Il secondo DASPO, della durata di 3 anni, è stato emesso e notificato a S.I. di 43 anni, supporter comasco che durante la competizione sportiva del 4 gennaio tra la compagine del Como e quella della Salernitana, aveva scavalcando la rete che delimita il campo da gioco, invadendolo e dirigendosi verso il centro dello stesso (dove erano presenti giocatori e dirigenti delle squadre) per poi essere accompagnato a bordo campo dove ha scavalcato nuovamente la recinzione e si è dato alla fuga. L'uomo, stando a quanto riferito dalla Questura, annovera numerosi precedenti che hanno determinato, anche in passato, l'emissione di un DASPO per lo stesso reato (scavalcamento ed invasione di campo) e per essersi introdotto (nel 1999) con la forza, insieme ad altri tifosi privi di biglietto, travolgendo il contingente delle forze dell'ordine, all'interno del campo sportivo per assistere all'incontro Brescello-Como.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento