Mercoledì, 16 Giugno 2021

Daniela De Musso, la speranza comasca del pugilato femminile

Daniela De Musso, 34 anni di Rozzano, è la promessa professionista del pugilato comasco femminile. Pratica questo duro sport da due anni e combatte come dilettante da uno. Le è bastato questo poco tempo per diventare pugilessa professionista. Il...

Daniela De Musso, 34 anni di Rozzano, è la promessa professionista del pugilato comasco femminile. Pratica questo duro sport da due anni e combatte come dilettante da uno. Le è bastato questo poco tempo per diventare pugilessa professionista. Il riconoscimento le è arrivato dalla Federazione pugilistica italiana a maggio e oggi la sua palestra - la Nuova Pugilistica Comense di Cantù - ha deciso di presentarla alla stampa per annunciare il suo primo combattimento da professionista nella categoria pesi leggeri.

Il match si dispuetrà il 30 luglio alle piscine comunali di Cantù. L'avversaria della De Musso sarà un'agguerrita ungherese. QuiComo ha voluto conoscere meglio questa atleta che pur di Rozzano porterà in Italia e forse nel mondo il nome del pugilato comasco. "Mi alleno due volte al giorno - ha raccontato la De Musso - cinque volte a settimana. E' faticoso e il tempo che devo dedicare a questo sport è così tanto che fatico ad avere una vita privata".Con lei oggi durante la presentazione alla stampa c'era anche Laura Tavecchio, campionessa mondiale pesi leggeri nel 2008, che ha ritirato un riconoscimento della Nuova Pugilistica Comense.

La Nuova Pugilistica Comense è una palestra che ha avuto una storia gloriosa fino alla fine degli anni Settanta (allora mancava nel nome la parola "Nuova"), fino a quando fu chiusa. Poco più di due anni fa è stata riaperta dall'attuale presidente Sergio Balzanella (ex pugle Comense) e da due maestri federali, Claudio Corbara e Ferruccio Conti, quest'ultimo già allenatore della Tavecchio.

Si parla di

Video popolari

Daniela De Musso, la speranza comasca del pugilato femminile

QuiComo è in caricamento