Cronaca

Dall'Europa a Como: la sfida del futuro è l'energia

Palazzo Natta scuola europea per vincere la sfida dell'energia. Quaranta studenti hanno frequentato un corso di dieci giorni sui temi e sulle problematiche legate all'energia, o meglio, al futuro del settore energetico. In cattedra importanti...

europa-energia-palazzo-natta-2

Palazzo Natta scuola europea per vincere la sfida dell'energia. Quaranta studenti hanno frequentato un corso di dieci giorni sui temi e sulle problematiche legate all'energia, o meglio, al futuro del settore energetico. In cattedra importanti docenti provenienti da tutta Europa.

Si è appena conclusa Successful Leadership within the Energy Sector, Summer School organizzata (a Palazzo Natta a Como, dal 7 al 18 luglio) da Copenhagen Business School (CBS), Technical University of Denmark (DTU), Delft University of Technology (TU Delft) e Politecnico di Milano (Polimi).

40 studenti, dieci per ogni Ateneo e selezionati in base al curriculum, convinti che l'energia sia uno dei temi centrali per il futuro ed interessati ad implementare lo skill-set in leadership, innovazione e imprenditorialità nell'ambito dell'energia sostenibile, si sono dati appuntamento in città per seguire un fitto programma di lezioni e lavori di gruppo. europa-energia-palazzo-natta-1

Il corso intensivo è stato finanziato dalla Comunità Europea nell'ambito di Lifelong Learning Programme (LLP), programma di apprendimento permanente istituito nel 2006 con l'obiettivo di contribuire allo sviluppo della Comunità stessa attraverso scambi, cooperazione e mobilità tra gli stati membri che implementino conoscenza, sviluppo economico sostenibile, nuovi e migliori posti di lavoro e maggiore coesione sociale.

I temi delle due settimane del corso (dedicate a Government and governance e a Innovation and entrepreneurship in energy business) sono stati introdotti da relatori di eccezione provenienti da università, aziende ed enti governativi: Serden Ozcan (CBS); Karen Murdoch e Lars Alkærsig (DTU); Hans de Bruijn, Paulien Herder, Sebastiaan Meijer, Roos Drenth e Arjan Kindermans (TU Delft); Michela Arnaboldi, Maurizio Delfanti, Davide Chiaroni, Lorenzo Colasanti, Federico Frattini, Evila Piva e Davide Rebosio (Polimi); Manno Bannink (TenneT - azienda di distribuzione di energia elettrica leader nel Paesi Bassi e in Germania); Niels van Campen (Ministero Affari Economici, NL); Erbil Baycol (E.ON - una delle più grandi aziende al mondo nel settore dell'energia elettrica e del gas); Enrico Pompei (Saipem - società del gruppo ENI); Simone Fedeli (Vesna - società specializzata nel settore delle fonti rinnovabili). Alle sessioni plenarie hanno presenziato inoltre Peter Wieringa, Vice Rector di Delft

University of Technology e Maria Antonia Brovelli, Prorettrice del Polo Territoriale di Como del Politecnico di Milano. Il fitto calendario dei lavori ha lasciato tempo anche ad una serie di momenti aggregativi, occasioni per fare community e stabilire relazioni e percorsi di studio e di lavoro congiunti, tra cui una gita in battello alla volta di Villa Bernasconi a Cernobbio e la cena sociale di fine corso.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'Europa a Como: la sfida del futuro è l'energia

QuiComo è in caricamento