Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Da Expo a Como in un'ora, l'obiettivo per il 2015

Viaggiare dalla sede di Expo a Como in massimo un'ora. E' l'obiettivo contenuto nel protocollo sottoscritto dal tavolo della competitività che si è svolto a Villa del Grumello lo scorso 7 luglio e al quale hanno partecipato amministrazione...

ritardi-treni-16-luglio-2014-4

Viaggiare dalla sede di Expo a Como in massimo un'ora. E' l'obiettivo contenuto nel protocollo sottoscritto dal tavolo della competitività che si è svolto a Villa del Grumello lo scorso 7 luglio e al quale hanno partecipato amministrazione provinciale di Como, Comune di Como e Camera di Commercio Industria e Artigianato di Como. Insomma, il territorio comasco punta a rafforzare e migliorare i collegamenti con l'area espositiva di Rho per sfruttare al meglio le ricadute dell'Esposizione universale sul Lario.

L'intesa ha costituito un coordinamento, #accessibilitàExpo2015, con il compito di conseguire uno standard di collegamenti (per tempi e qualità) che consenta al territorio lariano di rispondere al meglio alle esigenze del previsto flusso turistico.

Si vuole ottenere tempi di percorrenza entro massimo un'ora per tutto il territorio, il mantenimento almeno degli attuali tempi (33/36 minuti) da Milano Centrale a Como di EC e Tilo, l'adeguamento e il rafforzamento delle stazioni di Como e la realizzazione di nuove collegamenti in bus con Rho Fiera. Seguiranno nei prossimi mesi incontri sul territorio e a Milano con Ferrovie Nord Milano, Regione Lombardia e RFI.

"E' la conferma - ha commentato Mauro Frangi, coordinatore del Tavolo per la competitività - che quando il territorio si muove in modo coeso e con dei progetti condivisi da tutti gli attori i risultati non tardano ad arrivare. Presentarsi ai tavoli decisionali in modo coordinato rafforza, infatti, le richieste di intervento e consente di ottenere risultati altrimenti impensabili".

L'azione del coordinamento #accessibilitàExpo2015, guidato da Giuseppe Doria, ha consentito la conferma definitiva del collegamento ferroviario diretto Rho-Fiera/Como San Giovanni con treni cadenzati ogni 30 minuti, materiale rotabile nuovo e tempi di percorrenza stimati in 1 ora e 15 minuti. Tutto ciò in un contesto che prevede l'accesso a EXPO solo con trasporto pubblico o bus gran turismo con prenotazione e con autovetture private dirottate tutte su parcheggio di interscambio di Arese o altri a sud. Inoltre è stata avviata una serie di verifiche comuni con RFI per la ristrutturazione già avviata della stazione San Giovanni. In questo quadro RFI ha assunto l'impegno a collaborare per le sistemazioni esterne della Stazione San Giovanni. Infine è stata confermata la messa in servizio della nuova stazione di interscambio di Albate-Camerlata per la fine del 2016 e la disponibilità ad affrontare il tema delle relazioni con il Nord Europa in considerazione dell'importante ruolo e bacino passeggeri che Como rappresenta.

FNM si è detta disponibile a valutare un collegamento diretto pedonale della stazione Como Lago con il centro storico, a sviluppare un miglior raccordo della stazione di Lomazzo anche per valorizzare COMO NEXT, a sviluppare un più efficace e intenso interscambio con navigazione e un maggiore utilizzo del bike sharing verso percorsi ciclabili da Cernobbio a Como. Inoltre è emersa anche una disponibilità ad ampliare le corse serali anche sulla direttrice Cadorna/Asso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Expo a Como in un'ora, l'obiettivo per il 2015

QuiComo è in caricamento