Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Cucina unica: appalti già entro il 2015. Veronelli alla scuola di via Picchi, le foto del degrado

Consiglio comunale letteralmente dominato dal tema del punto unico di cottura per i pasti scolastici, ieri sera, a Palazzo Cernezzi. Il documento generale in discussione era (e sarà ancora stasera) l'assestamento del bilancio comunale 2015 e...

Silvia Magni (con tutta la Lombardia) tira le orecchie a Renzi per le sale slot

Consiglio comunale letteralmente dominato dal tema del punto unico di cottura per i pasti scolastici, ieri sera, a Palazzo Cernezzi. Il documento generale in discussione era (e sarà ancora stasera) l'assestamento del bilancio comunale 2015 e proprio tra quelle carte è spuntato il primo elemento di discussione. Nel bilancio dell'anno in corso, infatti, è stata inserita la cifra necessaria ad avviare materialmente già entro il 31 dicembre 2015 l'iter definitivo per la maxi-cucina unica nella scuola primaria di via Isonzo (700mila euro, precedentemente messi a bilancio per l'anno prossimo). E' emerso inoltre che, questa volta per il 2016, è stata quantificata in 600mila euro la somma necessaria per l'acquisto delle attrezzature necessarie all'allestimento, anche se il vicesindaco Magni ha spiegato che "si tratta di una stima prudenziale (finora si era parlato al massimo di 500mila euro, ndr) e comunque sempre per l'anno prossimo contiamo di introitare 150mila euro per la vendita di attrezzature delle cucine attive attualmente".

Tornando allo stanziamento nel bilancio 2015 dei 700mila utili per il centro unico di cottura in via Isonzo, molti consiglieri di opposizione (in particolare Anna Veronelli, Alessandro Rapinese, Luca Ceruti, Marco Butti e Roberta Marzorati) hanno attaccato la giunta su metodo e tempi, spesso criticando il fatto che - a questa stregua - emergerebbe definitivamente la volontà di procedere sul progetto a dispetto del percorso di partecipazione pubblica avviato con le Assemblee tematiche e nonostante le critiche di famiglie e docenti. Anche su questo ha risposto il vicesindaco Magni, spiegando che "abbiamo anticipato lo stanziamento dei 700mila euro al 2015 perché, se ci sono le condizioni per avviare le procedure di gara, l'intervento in conto capitale (la voce di spesa per investimenti, ndr) può essere attivato prima dell'approvazione del bilancio 2016, altrimenti riproporremo la voce nel bilancio preventivo 2016". Ipotesi, questa, che però rischierebbe di allungare i tempi dell'operazione che, secondo i programmi dell'amministrazione, dovrebbe prevedere l'avvio della cucina unica già da gennaio 2017.

scuola-isonzo-26nov15Il tema del centro unico di cottura - che prevede la fine delle attività didattiche in via Isonzo (foto accanto), con spostamento della primaria nella struttura di via Picchi dove ora è la scuola media - ha avuto una coda anche fuori dall'aula consiliare del Comune. La consigliera di Forza Italia Anna Veronelli, infatti, ha effettuato il 4 novembre scorso un sopralluogo proprio nella sede di via Picchi e ieri ha mostrato le immagini scattate all'interno dell'edificio dove confluiranno le classi di via Isonzo. Va precisato che, proprio per l'inevitabile adeguamento in termini di sicurezza e migliore fruibilità, la giunta ha già annunciato interventi di ristrutturazione su via Picchi per 100-140mila euro, ma le immagini della situazione attuale (che potete vedere nella fotogallery in alto) sono piuttosto forti.

Anna Veronelli"Le immagini parlano da sole - ha commentato Anna Veronelli - il degrado di molte zone della scuola è evidente e in alcune aree sorge anche il dubbio sull'assoluta sicurezza di strutture e ambienti, particolarmente per gli attrezzi sportivi. Qui confluirà anche la primaria di vi Isonzo, una scuola modello che le famiglie vorrebbero mantenere attiva e che la situazione attuale di via Picchi rende più che comprensibile. In generale, confermo l'idea che la giunta, sul punto unico di cottura, abbia preso una decisione frettolosa e onerosissima sul fronte economico, calata dall'alto a cose già sostanzialmente fatte a dispetto della reclamizzata partecipazione, oltre che rischiosa sul fronte della qualità del servizio e della puntualità dello stesso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cucina unica: appalti già entro il 2015. Veronelli alla scuola di via Picchi, le foto del degrado

QuiComo è in caricamento