menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, truffano gli anziani con la scusa del tampone. Allerta anche a Como

Finte analisi conto il virus cinese per farsi aprire la porta

Ogni volta che c'è un qualunque tipo di allarme che suscita preoccupazione nella popolazione, nel giro di qualche giorno anche gli sciacalli si organizzano. Questa volta ovviamente il caso è il coronavirus e alcuni episodi sono stati denunciati in particolar modo nella zona di Rovigo, ma i carabinieri di Como lanciano l'allerta, perché è chiaro che fenomeni come questo si spandono a macchia d'olio e come sempre non possiamo essere certi dei numeri, poiché molto spesso gli anziani truffati rinunciano a denunciare, vergognandosi della propria ingenuità.

La truffa funziona così: due o più finti incaricati delle Asst o delle forze dell'ordine suonano alla porta del malcapitato e gli dicono di essere stati inviati dalle autorità per effettuare un tampone per accertare la presenza del coronavirus. Così, mentre uno dei complici finge di mettere in pratica questo esame clinico, chiedendo all'anziano di aprire la bocca, ecco che l'altro svaligia la casa.

Massima allerta quindi, perché come ricordano i carabinieri nessuno viene contattato porta a porta per il tampone senza che gli sia stata data nessuna comunicazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Nuovo Decreto Draghi, prevale la linea dura fino al 31 luglio: le regole

Coronavirus

Arriva il passaporto vaccinale europeo, ecco come funziona

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento