Cronaca

Controlli nei dormitori di Como: niente droga

Controlli nei dormitori di Como: i carabinieri hanno effettuato verifiche alla Casa Ozanam di via Cosenz 14 e al dormitorio comunale di via Napoleona 34 per verificare che all’interno gli occupanti non occultassero sostanze stupefacenti. Ieri...

Controlli nei dormitori di Como: i carabinieri hanno effettuato verifiche alla Casa Ozanam di via Cosenz 14 e al dormitorio comunale di via Napoleona 34 per verificare che all'interno gli occupanti non occultassero sostanze stupefacenti. Ieri dalle ore 19 a mezzanotte 12 i militari della Compagnia di Como, con la collaborazione di una squadra del Nucleo Carabinieri Cinofili di Casatenovo (BG), hanno controllato gli ospiti delle due strutture senza rilevare nessuna problematica.

Nel dormitorio "Casa Ozanam" erano presenti circa 40 ospiti. Sono stati controllati tutti i posti letto, 4 dei quali sono stati segnalati dal cane e quindi attentamente perquisiti (letto, armadio, comodino, effetti personali dell'occupante) con esito negativo. Nel dormitorio comunale erano presenti circa 60 ospiti. Sono stati controllati tutti i posti letto sia dell'ala maschile sia di quella femminile, senza che venissero riscontrati reati o prblematiche.

I carabinieri hanno fatto sapere che l'ispezione è stata molto utile dal punto di vista dell'acquisizione di notizie sul tipo di persone che usufruiscono del servizio di dormitorio. In linea di massima gli ospiti sono per la maggior parte cittadini extracomunitari indigenti provenienti dal nord Africa (Marocco, Tunisia), immigrati in Italia da soli (la famiglia viene lasciata nel paese di origine) alla ricerca di un posto di lavoro stagionale o a tempo indeterminato. Di solito, lavorano in Italia nel periodo settembre/giugno, poi in estate tornano nel loro Paese dalla famiglia. Lo stipendio basso e l'elevato costo della vita, uniti alla necessità di inviare denaro in patria per sostentare i famigliari, non gli consentono di affittare un appartamento dove vivere e molti di loro si accontentano di usufruire del dormitorio. Una piccola parte di ospiti è costituita da cittadini italiani, per la stragrande maggioranza uomini separati e/o senza lavoro, che non hanno la possibilità di rendersi indipendenti con il proprio reddito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli nei dormitori di Como: niente droga

QuiComo è in caricamento