Cronaca

Controlli sul territorio con l'elicottero: un arresto e 10 denunciati

Questa mattina si è conclusa la maxi operazione di controllo coordinato del territorio che ha visto impegnati su più fronti i carabinieri di tutte le 11 stazioni del comando Compagnia Carabinieri di Como, i militari del Nucleo Radiomobile e i...

elicottero-carabinieri-como

Questa mattina si è conclusa la maxi operazione di controllo coordinato del territorio che ha visto impegnati su più fronti i carabinieri di tutte le 11 stazioni del comando Compagnia Carabinieri di Como, i militari del Nucleo Radiomobile e i reparti speciali dell'Arma con il supporto di un elicottero A 109 nexus del 2° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Orio al Serio che ha pattugliato i cieli di Como per tutta la mattinata di ieri sorvolando ogni comune, per prevenire reati contro il patrimonio. Risultato: un arresto e 10 indagati in stato di libertà.

Inseguimento da Torno a Como

Sono stati effettuati una serie di posti di controllo nei quali sono stati controllat 111 mezzi e 176 persone. Il risultato operativo più importante è stato ottenuto da una pattuglia della Stazione di Pognana Lario, che alle 03.30 circa di ieri, a Torno ha cercato di fermare una Mini Cooper sospetta, la quale ha forzato il posto di controllo e ha provato a darsi alla fuga. Ne è nato un immediato inseguimento terminato in viale Geno di Como, dove i fuggitivi braccati dai carabinieri hanno abbandonato l'auto e si sono dileguati a piedi. La macchina e risultata oggetto di furto avvenuto a Pavia, a bordo sono stati trovati attrezzi atti allo scasso, guanti da lavoro, un passamontagna, una carabina ad aria compressa, oltre a piccoli monili in oro e documenti vari provento di furto.

Fermati ladri

I carabinieri di Erba, in Albavilla, hanno rintracciato e tratto in arresto su ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Como, un 34enne di Cantù, residente ad Albese con Cassano, il quale deve scontare una pena di 2 anni di reclusione per reati di furto e ricettazione accertati nel 2009 ad Albavilla. I militari del Nucleo Radiomobile invece hanno denunciato in stato di libertà per furto aggravato in concorso un italiano già noto alle forze dell'ordine, classe 1971, residente a Como, e un marocchino del 1978, in Italia senza fissa dimora, i quali avevano rubato generi alimentari e alcolici (per un valore di 100 euro circa) da un bar posto all'interno di Villa Olmo (Como). I due, a seguito di un privato cittadino che aveva notato il furto, dopo un'accurata ricerca sono stati rintracciati dai militari in Como, via Cantoni, ancora in possesso della refurtiva, portati in caserma e denunciati.

Un minorenne denunciato

In un altro posto di controllo i militari della stazione di Brunate in piazza Matteotti a Como hanno fermato un'auto con un passeggero minorenne che è stato trovato in possesso di un taglierino della lunghezza di 24 cm (10 cm di lama) e dlo hanno denunciato in stato di libertà per porto di armi e oggetti atti ad offendere.

Patenti ritirate e contravvenzioni

Numerose anche le contravvenzioni al Codice della Strada e i punti sottratti alle patenti. Tra queste, in particolare: un extracomunitario (nato Guinea nel 1977) residente a Faloppio, fermato a Como dai militari della Radiomobile, ai quali ha mostrato un documento di guida contraffatto. I militari, insospettiti dal numero progressivo della patente, troppo elevato rispetto a quelli ultimamente rilasciati dalla Motorizzazione di Como, hanno effettuato un controllo al terminale, dal quale è risultato che l'uomo era sprovvisto di patente di guida. Il 35 enne è stato denunciato per falsità materiale commessa da privato in atto pubblico. Altra guida senza patente accertata dai militari della stazione di Asso i quali hanno fermato alla guida di una Fiat Panda, un quarantenne Ucraino residente a Canzo, il quale ha esibito ai militari una patente di guida ucraina. L'uomo, residente in Italia dal oltre un anno, in possesso di patente di guida non convertibile, non avendo mai conseguito la patente in Italia è stato denunciato.

Operazioni anti-movida

Infine, come risposta ai cittadini che lamentavano un disturbo alla quiete pubblica perpetrato nei giorni scorsi dagli avventori di un locale pubblico poco distante dalla caserma del Comando Provinciale di Como, i militari hanno denunciato per guida in stato di ebrezza un giovane di Seregno, classe 1985, che si accingeva a mettersi alla guida della sua autovettura Fiat Punto, parcheggiata in Piazza duca d'Aosta, con un tasso alcolico pari a 00.92 g/l. Denunciati per disturbo alla quiete pubblica, sempre in Piazza duca d'Aosta, un uomo e una donna rispettivamente classe 1986 e classe 1982, entrambi residenti a Como, i quali dopo l'una di notte sono stati sorpresi mentre discutevano animatamente in mezzo alla strada, urlando l'uno contro l'altra. Il giovane, in evidente stato di ubriachezza, è stato anche multato per ubriachezza molesta.

L'elicottero contro discariche abusive

Infine, con l'elicottero, sono stati individuati e fotografati alcuni accumuli di detriti e discariche abusive per le quali sono in corso i dovuti accertamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli sul territorio con l'elicottero: un arresto e 10 denunciati

QuiComo è in caricamento