Cronaca

Con 130mila euro alla dogana: sequestrati la metà

Consulente finanziario cerca di entrare in italia con 130mila euro in contanti nascosti in un doppio fondo della sua auto. A fermarlo è stata una pattuglia di finanzieri del Gruppo Ponte Chiasso, durante l’attività di controllo di “retrovalico”...

valuta-mazzette-contanti

Consulente finanziario cerca di entrare in italia con 130mila euro in contanti nascosti in un doppio fondo della sua auto. A fermarlo è stata una pattuglia di finanzieri del Gruppo Ponte Chiasso, durante l'attività di controllo di "retrovalico", cioè fuori dagli spazi doganali. I militari hanno intercettato l'audi Q5 appena entrata in Italia, condotta dal 58enne, un'italiano residente in Svizzera che, evidentemente, sperava - passando da uno dei valichi minori della zona, non più presidiati in maniera fissa da militari in divisa - di eludere i controlli.

A seguito di un'accurata ispezione del veicolo è stato rinvenuto, all'interno di un doppio fondo ricavato artigianalmente nello schienale del sedile del conducente, un sacchetto di carta contenente numerose mazzette di banconote per un valore complessivo di circa 130mila euro, costituiti da biglietti da 50 e 100 euro.

L'uomo, iscritto all'AIRE (anagrafe degli italiani residenti all'estero) e residente in Svizzera, sul momento non ha fornito spiegazioni circa il possesso dell'ingente somma, ammettendo solo di aver provveduto a realizzare da solo l'artigianale e ingegnoso doppio fondo.

Della somma trasportata illecitamente (quella eccedente i 10mila euro) ne è stato sequestrato immediatamente il 50%, per un importo di circa 60mila euro, in attesa che il Ministero dell'Economia e delle Finanze definisca la sanzione da applicare al trasgressore, variabile dal 30% al 50% della somma trasportata illegalmente.

Fonte: comunicato stampa Guardia di Finanza di Como

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con 130mila euro alla dogana: sequestrati la metà

QuiComo è in caricamento