Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Il Comune cerca un posto per gli skate. L'assessore incontra i ragazzi

I genitori del giovane skater minorenne afferrato al collo da un vigile della polizia locale di Como non rinunceranno a chiedere il risarcimento e il rimborso delle spese per le cure mediche. Tuttavia non sporgeranno denuncia nei confronti del...

I genitori del giovane skater minorenne afferrato al collo da un vigile della polizia locale di Como non rinunceranno a chiedere il risarcimento e il rimborso delle spese per le cure mediche. Tuttavia non sporgeranno denuncia nei confronti del vigile il quale, comunque, si trova ad affrontare un procedimento disciplinare a suo carico. E' per questo motivo che è assistito da un avvocato, Massimo Di Marco. Intanto la scorsa settimana i genitori e il ragazzo hanno incontrato per la prima volta l'agente accusato. L'episodio di quindici giorni fa è però servito a porre l'attenzione su un annoso problema, vale a dire la mancanza di spazi per chi pratica lo skate a Como. L'assessore e vicesindaco Silvia Magni (delega alle Politiche giovanili) è ben decisa a risolvere una volta per tutte il problema: "Sicuramente lo spiacevole episodio del ragazzo afferrato dal vigile ha dato un'accelerata affinché ci impegnassimo a risolvere un problema che si trascina da quasi vent'anni. nei prossimi giorni incontrerò gli sketers per ascoltarli e capire meglio di cosa hanno bisogno, di quali strutture e di che tipo di spazi".

Intanto il comandante dei vigili, Vincenzo Graziani, ha fatto sapere che proprio grazie all'incontro con la madre del ragazzino aggredito dal vigile è nata una bella iniziativa: gli agenti di plizia locale si recheranno nelle scuole per tenere lezioni di comportamento per chi va sugli skate. Ovviamente si parla di comportamento in relazione al codice della strada. Si partirà a fare lezione dalla scuola dove la madre del ragazzino svolge la professione di insegnante, vale a dire l'Ipsia Ripamonte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune cerca un posto per gli skate. L'assessore incontra i ragazzi

QuiComo è in caricamento