rotate-mobile
Cronaca Cantù

Una storia di ordinaria ingiustizia a Cantù: Maria paga il mutuo di una casa che non può abitare

La vicenda

La storia di Maria (nome di fantasia per motivi di riservatezza) inizia a Cantù, in provincia di Como. Maria decide di cercare una casa tutta sua dopo aver vissuto fino a quel momento con la figlia e il genero. Desiderava dare loro maggiore autonomia. Dopo aver messo insieme i suoi risparmi e aver ottenuto un mutuo dalla banca, si mette alla ricerca di un'abitazione.

L'incontro con la casa ideale

Alla fine di ottobre 2023, Maria trova la casa perfetta: una piccola abitazione con un giardinetto dove poter tenere il suo cagnolino e far giocare le nipotine. Entusiasta, a novembre firma i preliminari in agenzia e il 28 marzo 2024 conclude l'acquisto dal notaio. Tuttavia viene informata che la casa è attualmente abitata da una famiglia di origine straniera con un contratto di affitto in scadenza il 23 marzo, pochi giorni prima del rogito.

Il problema, infatti, emerge subito dopo: la famiglia di affittuari, il cui contratto è scaduto, si rifiuta categoricamente di lasciare l'immobile. Nonostante i ripetuti tentativi di mediazione da parte dell'agenzia immobiliare, gli occupanti abusivi ribadiscono la loro intenzione di non andarsene, dichiarando apertamente a Maria che può rivolgersi a chi vuole, ma loro non si muoveranno.

Una situazione disperata

Sconvolta e con un mutuo già in pagamento, Maria si rivolge nuovamente all'agenzia immobiliare, che cerca di trovare una nuova sistemazione per la famiglia occupante. Ogni proposta però viene rifiutata dagli inquilini abusivi, che continuano a occupare la casa senza alcuna intenzione di andarsene. Dal 28 marzo fino a dieci giorni fa, Maria vive un vero incubo, rimbalzata tra responsabilità e rifiuti.

Alla fine, la donna esausta ha deciso di affidarsi a un avvocato per cercare di ottenere il possesso della sua casa o, come ultima risorsa, riavere i suoi soldi. Questa storia di ordinaria ingiustizia fa infuriare, mostrando come un'onesta cittadina, che con sacrifici paga un mutuo, possa ritrovarsi senza nulla. Vista la delicatezza del caso, preferiamo mantenere l'anonimato, ma continueremo a seguire gli sviluppi di questa vicenda per tenervi informati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una storia di ordinaria ingiustizia a Cantù: Maria paga il mutuo di una casa che non può abitare

QuiComo è in caricamento